Scienze

Polpi, seppie e calamari: così nacquero i tentacoli

Le "braccia" dei cefalopodi ebbero origine nel corso di un'accanita competizione evolutiva, dai 160 ai 100 milioni di anni fa. Una rivoluzione dei mari contemporanea all'espansione dei dinosauri.

Gli arti multiuso di seppie, polpi e calamari, insieme agli altri "superpoteri" dei cefalopodi - come le capacità mimetiche, la visione polarizzata e l'inchiostro spruzzato per difendersi - nacquero grazie a una guerra evolutiva nelle profondità marine, tra i 160 e i 100 milioni di anni fa.

Lo afferma una ricerca dell'università di Bristol, che per la prima volta fa luce sull'origine di queste creature evolute da antichi molluschi marini con il guscio. Se sui loro antenati si hanno molte informazioni, anche grazie alla ricchezza di fossili, le dinamiche della loro diversificazione, della perdita della conchiglia e della nascita dei tentacoli erano ancora avvolte nel mistero.

Grandi cambiamenti. Secondo lo studio, basato su indagini genetiche, i cefalopodi svilupparono i loro bizzarri arti e le peculiari doti di intelligenza durante un periodo di sconvolgimenti evolutivi per gli oceani, conosciuto come Rivoluzione marina del Mesozoico.

Se sulla Terra era l'età d'oro dei dinosauri, sotto le onde le cose cambiavano rapidamente. I pesci, i cefalopodi e i loro predatori si trovarono coinvolti in una gara di agilità e velocità che portò polpi, seppie e calamari a perdere il loro guscio e ridurre lo scheletro interno, sviluppando un corpo sempre più dinamico, in grado di comprimersi velocemente, di estendersi per catturare le prede o di nascondersi in una nuvola di inchiostro.

Il metodo. Elemento chiave delle indagini è stato l'orologio molecolare, basato sul fatto che le mutazioni si accumulano nei geni con il passare del tempo. Analizzando il numero di mutazioni per milioni di anni ci si è fatti un'idea dei tempi dell'evoluzione di queste creature. Questi calcoli sono stati poi confrontati con i reperti fossili, che hanno confermato l'epoca della diversificazione e dell'esplosione dei tentacoli.

2 marzo 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us