Scienze

Polo Nord, siamo alle solite

Poco prima dell'inizio dell'inverno tutta la stampa e i media in generale avevano riportato un dato che faceva ben sperare: i ghiacci del Polo Nord sembravano...

Poco prima dell'inizio dell'inverno tutta la stampa e i media in generale avevano riportato un dato che faceva ben sperare: i ghiacci del Polo Nord sembravano in risalita, o meglio possedevano un'estensione superiore a quella degli anni precedenti. Un ritorno al passato? No, tutt'altro. E se il buon giorno si vede dal mattino, ecco che all'avvicinarsi della primavera astronomica i ghiacci polari stanno segnando minimi da "paura". Nel grafico qui sotto si vede come l'estensione dei ghiacci all'inizio di questo mese di marzo sia ben sotto rispetto a quella che è l'andamento dei ghiacci presi a riferimento nel periodo 1981 - 2010. La linea da tenere in considerazione è quella azzurra. Come si vede l'estensione dei ghiacci si avvicina molto a quella del 2011-12 che poi, durante l'estate, portò alla più drammatica delle situazioni polari, con un ritiro da record.
E' difficile dire oggi cosa accadrà ai ghiacci del Polo Nord questa estate, certo è che se ad inizio primavera la situazione è già drammatica, potrebbe diventarla ancor di più con il trascorrere dei mesi estivi. Sembra paradossale che proprio al termine dell'inverno tra i più freddi che hanno colpito gli Stati Uniti orientali, il Polo Nord mostri una situazione contraria: pochi ghiacci indice di un inverno non particolarmente freddo. La situazione comunque è facilmente spiegabile perché è proprio una più alta temperatura media ai Poli che ha favorito la spinta di aria fredda verso sud. Pochi ghiacci anche a Bering Una situazione simile si sta verificando anche in prossimità dello Stretto di Bering dove la situazione dei ghiacci è simile, se non peggiore, rispetto a quella del 2012.
Tale quadro indica ancora una volta quanto fragile sia la situazione al Polo Nord e un breve periodo di rimonta dei ghiacci non significa un'inversione totale della tendenza a scomparire ad un tasso che si aggira attorno al 13% a decennio.

10 marzo 2014 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Settant’anni fa agli italiani arrivò un regalo inaspettato: la televisione. Quell’apparecchio – che pochi potevano comprare e quindi si vedeva tutti insieme – portò con sè altri doni: una lingua in comune, l’intrattenimento garantito, le informazioni da tutto il mondo. Una vera rivoluzione culturale e sociale di cui la Rai fu indiscussa protagonista. E ancora: i primi passi della Nato; i gemelli nel mito e nella società; la vita travagliata, e la morte misteriosa, di Andrea Palladio; quando, come e perché è nato il razzismo; la routine di bellezza delle antiche romane.

ABBONATI A 29,90€

I gemelli digitali della Terra serviranno a simularne il futuro indicando gli interventi più adatti per prevenirne i rischi ambientali. E ancora, le due facce dell’aggressività nella storia dell’evoluzione umana; com’è la vita di una persona che soffre di balbuzie; tutti gli strumenti che usiamo per ascoltare le invisibili onde gravitazionali che vengono dall’alba dell’universo; le pillole intelligenti" che dispensano farmaci e monitorano la salute del corpo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us