Scienze

Più 3D in tutte le case, grazie al porno

L'industria a luci rosse stimola l'hi-tech.

Una battuta (ma neanche troppo) che circola in rete è che il motore delle principali novità hi-tech è stata l'industria della pornografia. Secondo Bloomberg, il famosissimo network finanziario, sarà così per la diffusione del 3D nel mondo.

“L'industria a luci rosse si adatta al 3d più velocemente di Hollywood”

Giapponesine in 3D - C'è chi pensa che i film per adulti possano diventare la chiave di volta per gli schermi 3D e occhialini annessi: in Giappone la famosa pornstar nipponica Mika Kayama ha in uscita il 7 Giugno un titolo in DVD, realizzato con le ultime tecnologie 3D dalla società di produzione S1 No.1Style. Il film si chiama 3D X Mika Kayama e l'uscita coincide con l'arrivo sul mercato delle nuove TV Sony Bravia 3D.

Differente il film - Come qualsiasi altra forma di cinema, anche i film a luci rosse si modificano per adeguarsi alle ultime novità tecnologiche. Uso degli occhialini e schermi in 3D a parte a parte, i cambiamenti riguardano la produzione: gli attori necessitano di muoversi più lentamente, occorre vedere bene le prospettive e i dettagli in fase di storyboard, anche se il film viene comunque lavorato post produzione, dove vengono modificati fotografia e luce come nelle classiche produzioni professionali hard.

Non come l'HD - I dettagli della prima grande produzione porno in 3D non sono comunque a livello delle pellicole in HD. L'alta definizione è la tecnologia per cui l'industria cinematografica a tripla x ha patito seri problemi agli inizi, a causa anche della difficoltà nell'occultare i dettagli, come particolari fisici non estetici, e altri trucchi utilizzati nelle produzioni più classiche.

Soldi in tre dimensioni - Il lancio in grande stile del film di Mika Kayama dimostra quanto in Giappone si creda a queste produzioni hard 3d come locomotiva per il futuro. E il business dei film per adulti, nel solo Giappone, vale circa un miliardo di euro.

3 giugno 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us