Scienze

Perché non siamo razzisti con i bambini piccoli?

Il nostro cervello è programmato per prendersi cura dei bambini fino a tre anni a prescindere da fattori che, quando sono adulti, possono essere motivo di discriminazione, come il colore della loro pelle.

Non siamo razzisti con i bambini piccoli perché il nostro cervello è programmato per prendersi cura di loro, a prescindere dal colore della pelle. È quanto risulta da una ricerca condotta dall’Università Bicocca di Milano e pubblicata su Neuropsychologia. Quando poi i bambini crescono, ovvero dopo i tre anni, il cervello si fa invece condizionare dal cosiddetto Other-race effect (Ore), ovvero il “principio regolatore” in base al quale vengono riconosciuti con più facilità i volti che appartengono al nostro gruppo etnico.

Amore parentale. Con i volti di infants (i bambini tra i sei mesi e i tre anni), però, questo meccanismo non avviene. Merito della loro conformazione fisica, del fatto cioè che abbiano una testa più grande rispetto al corpo, occhi grandi, naso e bocca piccoli e guance paffutelle. Lo studio ha dimostrato infatti che quando ci si imbatte in questo baby schema si registra una stimolazione della regione orbito-frontale del cervello, dov’è localizzato il “circuito del piacere”: è da qui che sorgono stimoli positivi come l’amore materno o parentale.

Protezione e sopravvivenza. Ha dichiarato Alice Mado Proverbio, autrice della ricerca insieme a Valeria De Gabriele del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Milano-Bicocca: «I dati dimostrano come il cervello umano sia programmato per prendersi cura dei piccoli di qualunque etnia; questa informazione “razziale” viene ignorata totalmente dal cervello se si tratta di bambini, mentre agisce sulla regolazione del comportamento (pregiudizio), se si tratta di adulti. Il piacere e la tenerezza che proviamo spontaneamente alla vista dei bambini piccoli (generalizzata ai cuccioli di altre specie) è frutto di un meccanismo cerebrale innato per assicurare protezione e sopravvivenza ai piccoli non-consanguinei, e anzi di qualunque gruppo etnico umano».

18 settembre 2018 Focus Domande e Risposte
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us