Scienze

Perché il mentolo ci fa sentire freddo?

Come fa la menta a scatenare vortici polari nel cavo orale, pur essendo a temperatura ambiente?

Masticare un chewing gum alla menta ci fa immediatamente percepire una sensazione di freschezza, quasi di freddo. Ma come fa una sostanza che si trova a temperatura ambiente a scatenare questa risposta "glaciale"?

Via libera. Il segreto è in una molecola chiamata TRPM8, una proteina canale ionico che, a ogni calo della temperatura, cambia forma e voltaggio, aprendosi come un cancello e permettendo agli ioni calcio di fluire fino alle cellule nervose. Questo meccanismo crea un passaggio di corrente elettrica che - attraverso i nervi - comunica al cervello la sensazione di freddo.

Come con il freddo. Questa proteina non è sensibile soltanto agli sbalzi di temperatura, ma anche al mentolo, il principio attivo contenuto negli oli essenziali della menta, all'eucaliptolo e all'icilina (altre sostanze che danno una sensazione di freddo). Quando il mentolo si lega alla TRPM8, l'attiva provocando - non a caso - le stesse sensazioni date da un cubetto di ghiaccio: un freddo quasi anestetizzante, che rende la bocca o l'area di pelle o mucosa interessate temporaneamente insensibili.

Contro il dolore. Il mentolo si lega anche ad altri recettori chiamati kappa oppioidi, che generano un effetto analgesico; ha inoltre una funzione vasodilatatoria, stimola cioè la dilatazione dei vasi e quindi l'afflusso di sangue nell'area interessata: ecco perché spalmare un muscolo dolorante con un unguento al mentolo ha da subito effetti benefici.

Al fuoco! Una proteina simile a TRPM8 ma dalle funzioni opposte, la TRP-V1, è responsabile invece della sensazione di calore: e indovinate da quali sostanze è attivata? Per esempio dalla capsaicina, il principio attivo del peperoncino. Non c'è dunque da stupirsi se, dopo un assaggio molto piccante, ci si senta la bocca in fiamme.

23 gennaio 2015 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us