Focus

Perché il burro, una volta sciolto, diventa trasparente?

La trasparenza di un oggetto dipende dalla capacità che esso ha di assorbire la luce visibile, la radiazione elettromagnetica che ha una lunghezza d’onda tale da essere percepita dall’occhio...

La trasparenza di un oggetto dipende dalla capacità che esso ha di assorbire la luce visibile, la radiazione elettromagnetica che ha una lunghezza d’onda tale da essere percepita dall’occhio umano (380-760 nm).
Ogni sostanza ha un coefficiente di trasparenza, che esprime il rapporto tra l’intensità della radiazione che viene riemessa dal corpo e quella incidente sul corpo stesso.
Il burro solido è costituito da polimeri di acidi grassi saturi, mescolati a una piccola percentuale d’acqua. Quando viene scaldato, cambia lo stato della materia, vale a dire i legami atomici. Oltre i 150 gradi si ossida e si desatura (si formano doppi legami nelle molecole dei grassi). Si modificano i legami esistenti tra le particelle che lo costituiscono e di conseguenza lo rende trasparente.

 

28 giugno 2002