Scienze

Perché i mancini eccellono in alcuni sport?

Il segreto del loro successo nelle competizioni ad alto livello dipenderebbe dall'incapacità di adattamento dei loro avversari: nelle gare più veloci sono molto avvantaggiati.

Forse proprio per l'effetto sorpresa sui loro avversari - più abituati ad avere a che fare con giocatori destrimani - gli atleti mancini sono ben rappresentati nello sport ad alto livello. Ora uno studio chiarisce che il vantaggio non vale in tutte le competizioni: è più spiccato nelle gare in cui il fattore tempo è un elemento cruciale, e i cui ritmi sono più frenetici e concitati. La ricerca dell'Università di Oldenburg, in Germania, è stata pubblicata su Biology Letters.

Alta concentrazione. Benché solo il 10-13% della popolazione sia mancina, in alcuni ruoli - come i lanciatori del baseball maschile - la percentuale di chi predilige la mano sinistra arriva al 30%. Questa massiccia presenza, e quindi il vantaggio competitivo, sono stati spiegati, nel tempo, con una migliore connettività tra emisferi cerebrali per i mancini, o - appunto - con l'imprevedibilità delle loro mosse. Ma allora perché il vantaggio di questi atleti non è equamente distribuito nei vari sport?

Rapidissimi. Il team ha raccolto i nomi e la preferenza di mano destra o sinistra dei 100 migliori giocatori in sei sport: badminton, squash, tennis, ping pong, cricket maschile e baseball maschile, dal 2009 al 2014.

In alcuni di questi (baseball, cricket e ping pong) i tempi intercorsi tra i contatti pallina-racchetta o tra il rilascio della palla e il colpo sono più corti della metà rispetto agli altri sport analizzati: la pressione temporale è dunque un fattore determinante.

Proprio in questi sport si registrano le maggiori percentuali di mancini, e ciò fa pensare che gli avversari abbiano meno tempo per adattarsi al cambio di lato o direzione, compensando a loro volta la mossa inattesa. Abituare i destrimani a battersi con atleti mancini potrebbe ridurre lo svantaggio dei primi e portare a gare più equilibrate.

23 novembre 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us