Scienze

Perché gli odori non sono uguali per tutti

Sentite una puzza che gli altri non riescono ad avvertire? È perfettamente normale: quasi due terzi dei recettori olfattivi differiscono da una persona all'altra.

Chiunque abbia mai regalato un profumo alla partner lo sa: la percezione degli odori è altamente soggettiva, e ciò che a noi sembra profumatissimo potrebbe far storcere il naso a un'altra persona. Ora questo fenomeno ha una spiegazione scientifica: il 30% dei recettori olfattivi umani differisce tra un individuo e l'altro, come dimostra una ricerca pubblicata su Nature Neuroscience.

Curiosità... sensazionali

Quali sono gli odori più sexy e le puzze più devastanti? Quali profumi ci spingono a comprare? Perché l'odore delle cipolle ci fa piangere?

Tutto quello che vorresti saper
e sull'olfatto

Il naso dell'uomo contiene circa 400 diversi recettori olfattivi, che collaborano per captare l'intero bouquet di odori che ci circonda.

«Il pattern di attivazione di queste centinaia di recettori codifica sia l'intensità, sia la qualità di un odore» spiega Joel Mainland, biologo molecolare del Monell Chemical Senses Centre di Philadelphia e principale autore della ricerca. «Ci dice, per esempio, se quello che stiamo percependo è un odore che sa di fumo o di vaniglia».

Questo lavoro di codifica avviene continuamente, decine, centinaia di volte durante il giorno, per decifrare le fragranze e le puzze intorno a noi. Basta cambiare un singolo recettore perché per alcune persone un particolare steroide profumi di legno di sandalo, e per altre odori di pipì.

Come se non bastasse, ciascuno di questi recettori (di fatto, proteine) può essere formato da sequenze di aminoacidi lievemente diverse che danno origini a miriadi di varianti dello stesso "bottone" olfattivo. Praticamente - hanno scoperto gli scienziati - ciascuno di noi ha un'unica combinazione di recettori olfattivi, diversa da quella degli altri.

Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno clonato 511 varianti di recettori olfattivi umani che hanno inserito in cellule ospiti, facilmente coltivabili in laboratorio. Quindi hanno misurato come ogni variante rispondesse a 73 diverse molecole olfattive, trovando 28 recettori che rispondevano ad almeno uno degli odori proposti.

Scavando sempre più in profondità, i biologi hanno analizzato il DNA di 16 geni dei recettori a disposizione, scoprendo anche qui una notevole variabilità. Tutti questi dati sono serviti ad elaborare complessi modelli matematici da cui emerge che 140 dei 400 recettori olfattivi umani (il 30% circa) differiscono tra un individuo e l'altro.

«Il nostro obiettivo a lungo termine è cercare di capire come i ricettori codificano le molecole olfattive, abbastanza bene da poter creare ogni odore che vogliamo manipolando direttamente i recettori» aggiunge Mainland «in pratica, questo ci permetterebbe di digitalizzare l'olfatto».

Ti potrebbero interessare anche:

Che cosa sono, e come si diffondono gli odori?
Quanti tipi di odori esistono?
La puzza è una questione di peso. Molecolare
È vero che ogni popolo ha il proprio odore?

12 dicembre 2013 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

ll ritratto, le scoperte, il viaggio sul brigantino Beagle di Charles Darwin, il grande naturalista che riscrisse le leggi della vita e sfidò il pensiero scientifico e religioso del suo tempo. E ancora: la mappa delle isole linguistiche in Italia, per capire dove e perché si parla cimbro, occitano, grecanico o albanese; niente abiti preziosi, gioielli e feste: quando l'ostentazione del lusso era vietata; ritorno a Tientsin, un angolo di Cina “made in Italy”.

ABBONATI A 29,90€

La scienza sta già studiando il futuro di chi abiterà il nostro Pianeta. Le basi lunari e marziane saranno il primo step per poi puntare a viaggi verso stelle così lontane da richiedere equipaggi che forse trascorreranno tutta la vita in astronavi-città. Inoltre: quanto conta il sesso nella vita di coppia; i metodi più efficaci per memorizzare e ricordare; perché dopo il covid l'olfatto e il gusto restano danneggiati. E come sempre l'inserto speciale Focus Domande&Risposte ricco di curiosi quesiti ai quali rispondono studi scientifici.

ABBONATI A 29,90€
Follow us