Scienze

Perché a una certa età arriva anche l'insonnia?

Invecchiando si dorme male e meno di prima. Tra le cause dell'insonnia, un'iperattività dei neuroni che promuovono la veglia.

L'insonnia, con l'avanzare dell'età, arriva quasi a tutti. Insomma, si dorme meno e peggio. Tra le cause ci potrebbe essere un'iperattività dei neuroni che promuovono la veglia, come emerge da uno studio sui topi condotto dal team di Luis de Lecea, della Stanford University, Usa.

L'isonnia e Il calo del numero. Quei neuroni si trovano nell'ipotalamo (una zona del cervello) e producono una proteina chiamata oressina o ipocretina: è un neurotrasmettitore implicato nel regolare il ritmo sonno-veglia (la sua assenza causa narcolessia), nei topi e negli umani e, con l'età, il numero di questi neuroni cala. Ma ora i ricercatori hanno visto che, nei topi anziani, quelli rimasti tendono a diventare più attivi nel sonno. E questa scoperta, potrebbe essere la base per la ricerca di nuovi farmaci.

Anche una lucina fa male. In generale, comunque, la Tv accesa in camera o il lampione in strada potrebbero disturbare il sonno abbastanza da influire sulla fisiologia e quindi favorire l'insonnia. Lo suggerisce uno studio fatto dalla Northwestern University (Usa) su 20 volontari, fatti dormire per due notti al buio o per una notte al buio e l'altra con una debole luce. I ricercatori hanno rilevato, con la luce, un aumento del battito cardiaco e un peggioramento della capacità di regolare gli zuccheri nel sangue (misurando al mattino i livelli di glucosio e di insulina, l'ormone che li regola). Con la luce, ipotizza Daniela Grimaldi del team, «anche se dormi, il tuo sistema nervoso autonomo è attivato».

19 giugno 2022 Giovanna Camardo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us