Scienze

Ottimi risultati per la retina artificiale

Uno speciale chip per ridare la vista ai malati.

Continua la battaglia dei ricercatori contro la cecità che affligge milioni di persone. E i primi test di uno speciale chip per ridare la vista a chi è stato colpito dalla retinite pigmentosa ereditaria fa ben sperare per il futuro.

“Il chip è costituito da 1.500 microelettrodi sensibili alla luce”

Degenerazione oculare - La retinite pigmentosa, che porta gradualmente alla cecità, è una malattia ereditaria che colpisce 15 milioni di persone in tutto il mondo. La bella notizia è che Eberthart Zrenner e i suoi colleghi dell’Università di Tübingen in Germania lavorano da anni a un microchip elettronico da impiantare negli occhi per consentire ai non vedenti di recuperare la vista. E i risultati della sperimentazione si sono rivelati molto incoraggianti.

Amplifica la luce – Il chip, realizzato dall’azienda tedesca Retinal Implant, ha una superficie di 3 millimetri quadrati ed è formato da 1.500 microelettrodi sensibili alla luce dotati di uno speciale trasformatore che amplifica il segnale che stimola la retina. Ogni microelettrodo, che gestisce un singolo pixel dell’immagine, viene alimentato tramite un sottilissimo filo che dal fondo dell'occhio arriva fino a dietro all’orecchio dove è posizionata una piccola batteria.

Primi test - Siamo ancora nella fase di sperimentazione, ma i primi test sono molto promettenti. I primi tre pazienti volontari, a cui è stato impiantato il chip, hanno recuperato parzialmente la vista e sono stati in grado di vedere oggetti bene illuminati e leggere grandi lettere.

I regali piu' costosi. Guarda la gallery!

3 novembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us