Scienze

Ora si prega per far avanzare i ghiacciai

[caption id="attachment_1449" align="alignleft" width="300" caption="Le preghiere al Santuario della Maria della Visitazione per far aumentare i...

Le preghiere al Santuario della Maria della Visitazione per far aumentare i ghiacciai

Fiesch

processione

chiesa

della Visitazione

La preghiera

implorare

ritiro dei ghiacciai

rovesciato

preghiera

350 anni

Vaticano

preghiera

La temperatura sale più che altrove

temperature

doppio

ghiacciai

ritirando

10 metri all’anno

venti più intensi

maggiore quantità di piogge

1674

grandi ghiacciai della Alpi, l’Aletsch e il Fiescher erano in netta crescita e raggiunesero il loro massimo attorno al 1850. Il primo crebbe di quasi 26 km, il secondo più o meno della setssa misura, anche se non si hanno dati precisi. Quando un grande blocco dell’Aletsch precipitò nel Lago Marjelen causando numerosi morti per l’esondazione e danni elevatissimi per quelle popolazioni assai povere, si iniziò il pellegrinaggio per pregare Dio affinché fermasse l’avanzata dei ghiacci. La data fu fissata per il 31 luglio, anno dedicato al fondatore dei Gesuiti, Sant'Ignazio di Loyola, in quanto erano numerosi i Gesuiti che aiutarono le popolazioni della valle. Le preghiere furono ascoltate Che sia stata la natura che sia stata la volontà di Dio nessuno lo potrà sapere, ma sta di fatto che dal 1860 i ghiacciai iniziarono a fermarsi e a regredire e dal 1864 l’Aletsch è arretrato di 5 km ed è diminuito di 200 metri in spessore. “Abbiamo pregato con così tanta fede che il ghiacciai sono arretrati fin troppo”, ha detto Herbert Volken al National Geographic e così nel 2009 il parroco del paese ha chiesto al Vaticano di poter cambiare la preghiera che un anno dopo ha accettato la richiesta. I cambiamenti
Il ritiro dei ghiacciai in questione stanno dando non pochi grattacapi. Un seracco incombe di nuovo sul villaggio di Fiesch e se dovesse cadere ci sarebbe un’inondazione estremamente dannosa. La mancanza di ghiacci sta riproponendo la questione dei confini tra Italia e Svizzera in prossimità di Zermatt. Alcuni corpi sono venuti alla luce e ancora devono essere identificati, forse si tratta di persone scomparse nei decenni all’interno dei crepacci. Sta di fatto che anche se le preghiere dovessero essere ascoltate il ritorno a ghiacciai simili a quelli dell’inizio Novecento potrebbero ritornare ad esserci fra almeno 30 anni, tanto è il tempo che richiede un ghiacciaio per rispondere ad un raffreddamento del pianeta. A meno… di un miracolo. Ma chi ha fede deve ricordare che esiste un proverbio: “Aiutati, che il ciel t’aiuta” che per questo caso si traduce così: “Se tu uomo raffreddi un po’ il pianeta, magari Dio ti darà una mano…”.

14 agosto 2012 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us