Scienze

Il Nobel per la Chimica 2019 agli scopritori delle batterie agli ioni di litio

Il premio conferito a John B. Goodenough, M. Stanley Whittingham e Akira Yoshino, che con le loro ricerche hanno permesso la creazione di un "mondo ricaricabile".

Il Nobel per la Chimica 2019 è stato assegnato congiuntamente a John B. Goodenough, M. Stanley Whittingham e Akira Yoshino per lo sviluppo delle batterie agli ioni di litio. Goodenough, nato a Jena (Germania), nel 1922, è il Nobel più "maturo" tra quelli premiati finora: ha 97 anni ed è ancora attivo all'Università del Texas ad Austin (USA). Whittingham è affiliato alla Binghamton University, parte della State University of New York, USA. Yoshino è membro onorario della Asahi Kasei Corporation, Tokyo, e Professore alla Japan Meijo University di Nagoya, Giappone.

Quello di quest'anno è un riconoscimento pop (perché premia un risultato che ha influenzato prodotti di largo consumo), ampiamente atteso e dalla forte connotazione "verde". Le batterie agli ioni di litio, usate anche nei veicoli elettrici, permettono infatti di accumulare grandi quantitativi di energia ottenuti da fonti rinnovabili, come Sole e vento, e saranno sempre più sfruttate in una società che vuole allontanarsi dalla dipendenza da combustibili fossili.

Nella sua originale accezione, il Nobel premia le scoperte scientifiche che hanno portato i maggiori benefici all'umanità. Quelli recati dalle batterie agli ioni di litio sono molto tangibili. Vedi anche: la storia del Premio Nobel © Johan Jarnestad/The Royal Swedish Academy of Sciences

la Rivoluzione in tasca. Queste batterie a basso peso, ricaricabili e di lunga durata alimentano l'elettronica portatile di pacemaker e di computer e cellulari che usiamo per lavorare, comunicare e accedere alla conoscenza. Da quando sono approdate sul mercato, nel 1991, hanno rivoluzionato le nostre vite, perché possono essere ricaricate centinaia di volte prima che si degradino e hanno posto le basi di una "civiltà wireless".

Lavoro di squadra. Il litio è un metallo che ha un solo elettrone di valenza (cioè impegnato per formare legami) e che ha una forte tendenza a cederlo ad altri atomi, per ottenere una configurazione più stabile. Il suo punto debole - la reattività - è anche la base della sua grande potenzialità: nel pieno della crisi petrolifera degli anni '70 e nel tentativo di contribuire allo sviluppo di nuove forme di energia, Stanley Whittingham sfruttò la reattività del litio per sviluppare la prima batteria funzionante basata su questo elemento. Tuttavia la batteria, così com'era, era assai poco pratica: per l'elevata reattività del litio metallico tendeva ad esplodere facilmente.

Negli anni '80, John Goodenough raddoppiò il potenziale delle batterie al litio, creando le condizioni per dispositivi molto più utili e potenti. Akira Yoshino ha invece il merito di aver eliminato il litio in forma pura dalla batteria, basandone il funzionamento interamente sui più sicuri ioni di litio. Ciò ha reso le batterie utilizzabili su larga scala e ne ha aperto il mercato.

9 ottobre 2019 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us