Scienze

Nintendo si sbarazza del responsabile marketing

Via Cammie Dunaway responsabile marketing.

Cammie Dunaway paga in prima persona i risultati negativi nelle vendite di DS e Wii stritolate rispettivamente dalla concorrenza di iPhone e Xbox 360. Lascia il mondo dei videogiochi per occuparsi “d'altro”.

“Le vendite di Xbox 360 negli States vanno meglio di Nintendo DS e Wii”

Star dell'E3 - Cammie Dunaway era vice presidente della divisione marketing e vendite di Nintendo USA dal 2007 quando il presidente Reggie Fils-Aime l'aveva “strappata” a Yahoo!. È filato tutto liscio finché i concorrenti non si sono fatti più agguerriti. Non sono bastate le sue celeberrime performance sul palco dell'E3 per risollevare le sorti dei prodotti Nintendo.

Concorrenza agguerrita - Nel mese di agosto, Microsoft Xbox 360è per il secondo mese consecutivo la console di gioco più venduta negli States battendo accoppiata Nintendo DS e Wii e il successo senza precedenti di Halo: Reach non ha fatto che aggravare ulteriormente la situazione. Senza contare la concorrenza sempre più minacciosa dell'iPhone e iPod nel settore dei videogiochi, e Playstation Move che regala alla console di Sony più “movimento”. Nintendo, per risollevare la testa, punta tutto sulla 3DS in arrivo in tempo per Natale.

Non gioca più! - Cammie Dunaway, che lascerà ufficialmente Nintendo dal prossimo primo ottobre, non era molto amata tra i fan della casa del celebre Mario. Lei si congeda ringraziando tutti e facendo sapere che andrà a lavorare in un'altra azienda che non ha niente a che fare con l'industria videoludica.

Scopri i videogiochi più attesi dell'anno

25 settembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us