Nikon Small World 2016, i vincitori

La grande bellezza, nell'infinitamente piccolo: le foto premiate nel concorso di fotografia microscopica rivolto a scienziati, ricercatori e semplici appassionati.

Anche quest'anno non deludono le foto premiate dal Nikon Small World, il concorso di microfotografia ormai alla 42esima edizione. Gli scatti vincitori sono stati scelti tra circa 2000 immagini partecipanti, arrivate sia da laboratori universitari e di ricerca, sia dalle fotocamere di semplici appassionati o professionisti.
Il primo classificato per il 2016 è Oscar Ruiz, del Centro di ricerca sul cancro MD Anderson dell'Università del Texas, a Houston, che ha presentato un primo piano di un embrione di zebrafish (Danio rerio) di 4 giorni, visto attraverso un microscopio confocale. Questi animali sono spesso usati come modello negli studi genetici perché i loro embrioni sono completamente trasparenti e quindi facili da studiare. Gli studi di Ruiz riguardano in particolare lo sviluppo facciale.

Al secondo posto la foto di una lastra di agata estratta dal Teepee Canyon, in Sud Dakota, negli Stati Uniti.
I canyon più spettacolari

Una coltura di neuroni (in verde) derivati da cellule di pelle umana. In rosso le cellule di Schwann, un altro tipo di cellula cerebrale incaricata di rivestire gli assoni dei neuroni con uno strato protettivo detto guaina mielinica.

Jochen Schroeder ha fotografato in Thailandia questa proboscide di farfalla. Una giustapposizione di scatti al microscopio che gli è valsa il quarto posto. Guarda anche le ali di lepidottero al microscopio

Al quinto posto, il dettaglio di una zampa di un maschio di scarabeo d'acqua, ingrandita 100 volte.

Foglie di una pianta del genere Selaginella, vegetali lontanamente imparentati con felci e muschi.

Li riconoscete? Sono cristalli di caffè espresso, impreziositi dalla luce polarizzata.
Altre meraviglie al microscopio

La branchia caudale di una larva di libellula. Questi insetti, terrestri allo stadio adulto, hanno larve acquatiche.

Visto da molto vicino e su campo scuro, persino il letame di mucca svela particolari affascinanti.
10 cose che (forse) non sai sulla cacca

Le alghe unicellulari Micrasterias thomasiana, viste attraverso il microscopio a fluorescenza.

L'interno, sezionato, di una Urticularia gibba, una pianta carnivora d'acqua dolce.

Stame di fiore selvatico, con il polline pronto per essere prelevato.

Anche quest'anno non deludono le foto premiate dal Nikon Small World, il concorso di microfotografia ormai alla 42esima edizione. Gli scatti vincitori sono stati scelti tra circa 2000 immagini partecipanti, arrivate sia da laboratori universitari e di ricerca, sia dalle fotocamere di semplici appassionati o professionisti.
Il primo classificato per il 2016 è Oscar Ruiz, del Centro di ricerca sul cancro MD Anderson dell'Università del Texas, a Houston, che ha presentato un primo piano di un embrione di zebrafish (Danio rerio) di 4 giorni, visto attraverso un microscopio confocale. Questi animali sono spesso usati come modello negli studi genetici perché i loro embrioni sono completamente trasparenti e quindi facili da studiare. Gli studi di Ruiz riguardano in particolare lo sviluppo facciale.