Scienze

Niente blog in Apple

I dipendenti Apple non possono tenere un blog sulla Mela.

Joe Moreno, ex ingegnere software Apple, ha recentemente rilasciato un’intervista ad AOL raccontando com’è lavorare in quel di Cupertino. E si scopre che a Steve Jobs non piacciono i blog che parlano della “mela”.

“Nessuna regola scritta, ma i dipendenti Apple non si sognerebbero mai di tenere un blog sulla mela”

Mela sotto vuoto - Joe Moreno ha lavorato in Apple per quasi 10 anni, dal 1998 al 2007, e si è occupato di numerosi prodotti e progetti, in particolare WebObjects ed l’Apple Online Store. Insomma, non era quello che metteva l’etichetta “nuovo” quando un nuovo gioiellino hi-tech arrivava sugli scaffali, per intenderci. Dall’intervista rilasciata ad AOL la scorsa settimana, si percepisce che l’esperienza in Apple è stata appagante e “innovativa” come i prodotti della sua scuderia. Tra le sue parole, però, salta fuori una sorta di veto non scritto che riguarda i dipendenti e i blog.

Niente scoop - Joe Moreno racconta “come un dipendente di Apple ti rendi immediatamente conto che tenere un blog che parli di Apple non è visto di buon occhio. Nessun problema se ti occupi di qualsiasi altro argomento ma stai sicuro che nessuno svelerà mai che lavora a Cupertino. È una regola non scritta che tutti seguono alla lettera, a differenza di altre aziende che fanno del blogging il loro cavallo di battaglia. Microsoft, per esempio, che delizia i propri utenti con scoop e curiosità di ogni tipo su servizi e prodotti. Apple è maestra nel mantenere alta la tensione e alimentare gossip, fa parte della sua collaudata strategia di marketing. Secondo voi un blog made in Cupertino smorzerebbe la curiosità la dei suoi tanti fan?

iPhone: il meglio per la realtà aumentata. Guarda la gallery!

18 novembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us