Scienze

Negati per le lingue? È colpa di un gene

Scoperte le basi biologiche che impediscono a certe persone di apprendere da adulti una lingua straniera.

Grazie a uno studio dell'Università di Washington, chi è negato per le lingue potrà ora almeno farsene una ragione: la colpa, infatti, è almeno in parte attribuibile al gene Comt e ad alcune caratteristiche del cervello, che ne sono influenzate. La ricerca, pubblicata sulla rivista Pnas, è stata condotta su una quarantina di giovani studenti cinesi che al loro arrivo negli Stati Uniti hanno intrapreso un corso intensivo di inglese, della durata di due settimane.

Geni e nervi. Tutti gli studenti sono stati sottoposti a un test che ha analizzato il gene Comt e a una risonanza magnetica che ha invece preso in esame le caratteristiche della materia bianca cerebrale, quella cioè formata dai nervi che connettono fra loro i neuroni. L'analisi genetica ha evidenziato che una delle possibili tre varianti in cui si può presentare il gene rende difficile imparare la nuova lingua. La risonanza ha invece mostrato che la materia bianca si modificava durante le due settimane del corso (e tendeva a normalizzarsi in seguito), e che le modifiche più importanti avvenivano fra coloro che apprendevano più rapidamente l'inglese.

I due risultati sono strettamente legati, perché il gene Comt influenza sia la produzione della mielina, la sostanza che avvolge i nervi e favorisce la trasmissione degli impulsi, sia la formazione di nuove connessioni nervose.

Però impegnatevi! I ricercatori sono anche stati in grado di stabilire che quasi la metà della valutazione finale ottenuta dagli studenti che hanno seguito il corso è riconducibile a questi due parametri... il resto del punteggio è dovuto all'impegno nello studio.

13 giugno 2016 Margherita Fronte
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us