Scienze

Nanoparticelle riconoscono e neutralizzano le bombe

La scienza al servizio dell'umanità.

Un nuovo materiale costruito con nanoparticelle di metallo potrebbe rivoluzionare l’approccio nei confronti dei materiali pericolosi ed esplosivi: è in grado di riconoscerli e neutralizzarli.

“Un nuovo materiale prodotto in laboratorio individua gli esplosivi e li rende inermi”

Studio in USA - Alcuni scienziati hanno mostrato alla National Meeting and Exhibition dell’American Chemical Society, in California, un nuovo materiale prodotto in laboratorio. Si tratta di un materiale sintetico, costruito da nanoparticelle di ossido di metallo. Le dimensioni sono talmente piccole che 50,000 di queste minuscole particelle potrebbero stare su un singolo capello umano. La novità è che questo materiale riconosce gli esplosivi e li rende inoffensivi.

Cambia colore e si spruzza - Il materiale prodotto in laboratorio, ha intrinesche qualità: è in grado di cambiare il suo colore in presenza di alcune tipologie di esplosivi, così da far scattare l’allarme ad esempio in caso di attacco terroristico. Inoltre, secondo i suoi sviluppatori, questo materiale può essere utilizzato in forma gassosa: viene spruzzato sulla bomba per renderla inattiva, infatti il materiale è in grado di neutralizzare, chimicamente, alcuni tipi di esplosivi. (pp)Niccolò Fantini

13 maggio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us