Scienze

Micromachines: gli insetti robot capaci trainare un'auto

Un team di ricercatori di Stanford ha messo a punto i robot più piccoli e forti del mondo: ne bastano 6 per spostare un SUV. Non sono ancora un'alternativa al carro attrezzi ma aprono interessanti scenari a future applicazioni. 

Minuscoli, fortissimi e sopratutto capaci di lavorare in squadra: sono i microTug, 6 robottini del peso di 15 grammi l'uno che tutti insieme riescono a trainare un SUV da 18 quintali.

Anche se sembrano usciti da un fumetto, i microTug sono in realtà uno dei progetti più recenti di µBot, il laboratorio di robotica dell'Università di Stanford. Gli ingegneri che li hanno realizzati si sono ispirati al mondo animale.

Un po' geko... Il battistrada delle ruote dei robottini è infatti simile alle zampe di un geko: una volta attaccate al suolo queste gomme riescono a esercitare una trazione molto intensa, pur staccandosi con estrema facilità.

Ma questa caratteristica, da sola, non sarebbe sufficiente per permettere ai microTug di spostare un fuoristrada. Il loro punto di forza è la capacità di fare gioco di squadra.

... Un po' formica. David Christensen, uno degli studenti che ha partecipato al progetto, ha spiegato al NY Times che i suoi robot cooperano tra loro come le formiche quando devono trasportare un grande peso all'interno del formicaio. Questi insetti riescono infatti a moltiplicare la loro forza formando lunghe catene di individui che camminano perfettamente sincronizzati utilizzando 3 zampe su 6.

Lavorando in modo simile, anche se con le ruote, i microTug riescono così a sviluppare una forza di oltre 200 Newton, sufficienti a spostare una vettura.

I robottini di Stanford, almeno per ora, sono però estremamente lenti: nel video qui sotto il movimento dell'auto è accelerato di 20 volte.


24 marzo 2016 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us