Scienze

Mercedes BIOME: cresce come una pianta

Il bolide del cuore ecologico di Mercedes.

Arrivano altre novità dal salone di Los Angeles: per il Design Challenge Mercedes-Benz ha esposto il concept BIOME, un'automobile super leggera ed ecosostenibile.

“la stuttura di Biome è composta da un materiale, denominato BioFibre che è totalmente naturale”

In concorso - La competizione per i designer è una delle più ambite in California, quest'anno aveva come leitmotiv l'ecologia e la riduzione dei pesi. Ecco perché il nuovo progetto di Mercedes propone un'automobile con peso massimo di mezza tonnellata sviluppata dall'Advanced Design Center della California. La nuova super car si chiama Biome e prende ispirazione dalla flora.

Nasce e cresce come le piante - Secondo la scheda introduttiva che illustra la filosofia del concetto, i designer hanno scelto un'integrazione totale con l'ecosistema: la macchina nasce e ei sviluppa partendo dai semi, che sono le classiche “stelle”, anteriore e posteriore, del marchio Mercedes. Naturalmente è solo un concept ma, l'idea è di creare un'auto che vive in simbiosi con la natura e ne segue i ritmi, dal fiore, al frutto, fino alla morte e al conseguente riciclo come composto naturale, è quanto meno accattivante.

Automobile fanta-biologica - Oltre allo splendido e futuristico design la BIOME ha comunque caratteristiche eco-tecnologiche curiose: la sua stuttura è composta da un materiale, denominato BioFibre che è totalmente naturale. In California hanno ideato questo speciale materiale, che in teoria dovrebbe essere più leggero di metallo e plastica, anche se molto resistente. La sostanza dovrebbe essere in grado, come le piante, di assorbire l'energia dal sole, tramite un composto chimico al suo interno. E, come ultima nota eco-positivia della Mercedes BIOME, dato che in pratica è una pianta, come gas di scarico produce solo… ossigeno.

Scopri le auto del futuro

19 novembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us