Nuove frontiere della medicina: smart pills, le pillole più intelligenti di sempre

Una nuova generazione di pillole intelligenti e robotizzate aiuterà a combattere importanti patologie, come il diabete, e fastidiosi disturbi, come la stitichezza.

378520989_28c111137a_b
Pillole vibrante contro la stitichezza e aghi di insulina per diabetici: ecco la nuova generazione dei dispositivi medici edible (da ingerire).|David Murphy / Flickr

Dopo i wearable, i dispositivi da indossare, arrivarono gli edible, i dispositivi da ingerire: pillole intelligenti, in qualche caso robotizzate o telecomandate, che una volta ingoiate svolgono compiti precisi e delicati all'interno del nostro organismo.

 

Vibra che passa. L'ultimo arrivato tra questi specialissimi oggetti si chiama Vibrant e serve a combattere la stipsi (stitichezza), un disturbo della defecazione che colpisce in maniera più o meno grave il 15% della popolazione mondiale.

 

Prodotto dall'omonima azienda israeliana, questa capsula intelligente si assume con un po' di acqua, come una normale pillola. Arrivata nell'intestino crasso inizia a vibrare, favorendo la motilità della parete intestinale e aiutando così la naturale evacuazione.

 

edible, medicina e tecnologia, diabete, stitichezza, smart pills, dispositivi da ingerire
| Billion Photos / Shutterstock

Il movimento della pillola è controllato via wi-fi da un radiocomando esterno, che permette di programmare varie modalità di vibrazione. Il primo test su Vibrant è stato condotto su 245 volontari che per 8 settimane hanno ingerito cinque di questi dispositivi al giorno (non sono, perciò, monouso). I risultati dello studio (sommario dell'articolo su NewScientist) sembrano incoraggianti: la capsula sembra in grado di alleviare i sintomi della stitichezza e di aiutare la regolarizzazione del transito intestinale senza gli effetti collaterali dei tradizionali lassativi, ma (avvisano i ricercatori) i risultati devono essere validati da ulteriori trial clinici.

 

Iniezioni addio. I ricercatori del MIT hanno invece messo a punto un altro edible, una smart pill, in grado di veicolare una dose di insulina direttamente nel sangue ed evitare così ai pazienti affetti da diabete di tipo I le quotidiane iniezioni. La pillola ha le dimensioni di un lampone e contiene al suo interno un ago fatto interamente di insulina compressa. Una volta ingoiato, il dispositivo si attacca alle pareti dello stomaco e l'ago inietta il farmaco direttamente nel flusso sanguigno.

 

 

Test condotti sugli animali hanno dimostrato che l'efficacia della compressa intelligente nel controllare il livello degli zuccheri nel sangue è pari a quella delle tradizionali iniezioni intramuscolari.

 

L'ago, realizzato mediante la disidratazione a freddo dell'insulina, è collegato a una piccola molla tenuta in posizione da un dischetto di zucchero. Quando la capsula viene ingerita, l'acqua presente nello stomaco scioglie lo zucchero: la molla viene quindi liberata e spara l'ago nella parete gastrica. Il tutto in modo assolutamente indolore, secondo i ricercatori, perché lo stomaco non ha recettori del dolore, e quando l'assorbimento dell'insula è terminato la capsula si sgancia ed esce per la via normale.

 

Il dispositivo è in attesa che possa iniziare la sperimentazione su pazienti umani, mentre lo stesso team di ricerca sta studiando altri farmaci che potrebbero essere compatibili col sistema, da veicolare utilizzando questa tecnologia.

 

25 Febbraio 2019 | Rebecca Mantovani