Scienze

L’uomo primitivo usava il cervello

Ritrovati alcuni utensili di 250.000 anni fa, che denotano una certa abilità non solo nella fabbricazione ma anche nel concetto, o come si dice oggi nel “design”. E forse quegli uomini primitivi...

L'uomo primitivo usava il cervello
Ritrovati alcuni utensili di 250.000 anni fa, che denotano una certa abilità non solo nella fabbricazione ma anche nel concetto, o come si dice oggi nel “design”. Forse quegli uomini primitivi erano molto più intelligenti di quanto si è sempre pensato.

Uno degli utensili ritrovati è anche uno
dei più grandi finora scoperti.
Foto: © University of Southampton

Alcuni ritrovamenti fatti a Cuxton nel Kent in Gran Bretagna hanno sorpreso gli archeologi dell’università di Southampton.
Si tratta di una ventina di utensili in pietra dalle forme diverse, tra cui un “coltello” molto appuntito lungo 30 centimetri (nella foto). Che serviva probabilmente per uccidere animali di grosse dimensioni come i rinoceronti, gli elefanti o i cervi.

Dall’idea all’oggetto
Gli arnesi, ancora in buono stato di conservazione, dimostrano una certa abilità nel costruire strumenti sofisticati, forse utilizzando anche qualche rudimentale tecnica per affilarli.
Ma non solo, secondo i ricercatori la capacità di concepire oggetti dalle forme diverse, prima pensandoli e poi costruendoli presuppone uno sviluppo mentale che prima si ignorava.

Non solo Homo sapiens
Che questo territorio dove probabilmente scorreva un piccolo fiume, fosse già abitato 500.000 anni fa si sapeva, ma non che i suoi abitanti fossero tanto capaci.
I nuovi ritrovamenti invece suggeriscono che anche se da queste parti in quel periodo non si trovava il nostro diretto antenato, l’Homo sapiens (che allora non era in Europa) i primitivi abitanti della Bretagna - probabilmente l’uomo di Neandertal - non erano poi così lontani dall’uomo moderno e non è da escludere, secondo Francis Wenban-Smith che ha guidato la ricerca, che usassero anche qualche primitiva forma di linguaggio

(Notizia aggiornata al 21 giugno 2006)

21 giugno 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us