L'innalzamento del livello dei mari non è uguale dappertutto

Una ricerca dimostra come la risalita del livello del mare, dovuta all'aumento della temperatura e allo scioglimento dei ghiacci, non è uguale in tutte le zone costiere del Pianeta. Ecco perché.

ma3
Immagini come queste sono piuttosto futuribili, ma non da escludere nel modo più assoluto se dovesse sciogliersi tutta la calota glaciale antartica

Il livello degli oceani sta aumentando a livello globale a causa dell'aumento della temperatura e dello scioglimento dei ghiacci terrestri. Tuttavia i dati dimostrano che questo fenomeno non avviene allo stesso ritmo ovunque.

 

Uno studio condotto lungo le coste degli Stati Uniti ha dimostrato infatti che il livello del mare sta crescendo più velocemente in alcune regioni della costa orientale rispetto ad altre aree. Lo studio è stato condotto dal Woods Hole Oceanographic Institution (WHOI) e pubblicato su Nature. Nel corso del ventesimo secolo il livello del mare è salito di circa 45 centimetri nelle aree costiere vicino a Cape Hatteras, nella Carolina del Nord, e lungo la baia di Chesapeake, in Virginia. Invece a New York City e a Miami l'incremento si è limitato a 30 centimetri; a Portland, nelle Main, i centimetri sono 15.

 

In alcune isole del Pacifico l'innalzamento del livello del mare sta già dando seri grattacapi alle popolazioni | PROBAL RASHID

Come un trampolino. «La causa del fenomeno va ricercata in quello che viene chiamato "rimbalzo post-glaciale"», spiega Chris Piecuch, principale autore della ricerca. In sostanza le aree terrestri dell'emisfero settentrionale che durante l'ultima era glaciale erano ricoperte da spessi strati di ghiaccio (come Canada e nord-est degli Usa) erano come un trampolino che, sotto l'effetto di un "peso" molto grande, risulta piegato verso il basso.

 

Quando i depositi glaciali iniziarono a sciogliersi dopo l'ultimo picco glaciale, avvenuto 26.500 anni fa, le aree liberate dai ghiacci iniziarono a risalire, proprio come fa un trampolino quando il peso viene tolto, al contrario le aree periferiche cominciavano ad affondare come in un effetto altalena. Nonostante le calotte glaciali siano scomparse quasi completamente da circa 7.000 anni, gli effetti del fenomeno di rimbalzo continuerebbe ancora oggi.

 

In futuro e altrove. In questo modo si è scoperto che il rimbalzo post glaciale rappresentava la principale causa della variazione dell'innalzamento del livello del mare lungo la costa orientale. Ma, cosa più importante, è stato dimostrato che, quando quel fattore è stato rimosso, il livello del mare è aumentato costantemente dal Main fino alla Florida senza discontinuità.  Ora sarebbe fondamentale comprendere questo fenomeno fin nei minimi dettagli per prevedere gli effetti del riscaldamento terrestre nel futuro e in tutte le aree costiere del Pianeta.

 

 

 

28 Dicembre 2018 | Luigi Bignami