Scienze

L’impatto meteorologico dell’eclissi solare del 2015

Uno studio dell’Università di Sheffield ha rilevato le ricadute sulle condizioni atmosferiche al passaggio della Luna davanti al Sole

Come i più attenti ricorderanno, lo scorso 20 marzo 2015 una spettacolare eclissi di Sole ha interessato il Regno Unito, le Fær Øer e l’Islanda. Mentre gli occhi della maggior parte delle persone erano puntati verso il Sole, vari ricercatori stanziati in luoghi diversi, si sono invece dedicati a rilevare quello che accadeva nella nostra atmosfera mentre la Luna occultava la luce solare. Hanno così raccolto dati da 76 stazioni meteorologiche del Met Office, da 30 stazioni sulle Fær Øer e da 148 stazioni in Islanda. L’elevato numero di stazione meteorologiche è dovuto al notevole numero di luoghi densamente abitati sul quale si è passata l’eclissi.

Ora i risultati sono stati divulgati da Edward Hanna, responsabile della ricerca, del Sheffield’s Department of Geography. Eccone un breve sunto.

  • In Gran Bretagna si è registrata una caduta della temperatura di 0,83° C nel corso dei 39 minuti durante i quali si è svolta l’eclissi e la temperatura minima si è registrata una decina di minuti dopo il massimo dell’eclissi.
  • Il confronto tra le condizioni meteorologiche presenti sulle diverse stazioni ha permesso di affermare che la copertura nuvolosa ha un maggior effetto sulla caduta di temperatura che non la presenza del vento
  • La velocità del vento è scesa del 9 per cento durante la prima parte dell’eclissi, in media con studi precedenti.
  • Non vi è stata alcuna variazione nella direzione dei venti né tanto meno la formazione di un “eclipse cyclone” come qualcuno ipotizzò nel 1800 e agli inizi del 1900.
  • Nelle Isole Faroe le variazioni meteorologiche sono state meno intense che nelle altre aree.
  • «Nel 2026 ci sarà una nuova eclissi che interesserà la Gran Bretagna e dunque sarà molto interessante confrontare i dati dei due eventi», ha spiegato Hanna.

    23 agosto 2016 Luigi Bignami
    Ora in Edicola
    Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

    L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

    ABBONATI A 29,90€

    Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

    ABBONATI A 31,90€
    Follow us