Scienze

L’elettricità per curare le ferite

Un piccolo generatore di corrente nel kit del pronto soccorso. Potrebbe accadere un giorno se un nuovo studio sulla capacità di “guarigione” dell’elettricità fosse confermato.

L'elettricità per curare le ferite
Un piccolo generatore di corrente nel kit del pronto soccorso. Potrebbe accadere un giorno, se un nuovo studio sulla capacità di “guarigione” dell’elettricità fosse confermato.

Addio cerotti. Per le ferite l’elettricità
potrebbe essere la svolta del futuro.

Vi siete tagliati mentre sbucciavate le patate? Niente paura, basterà mettere il dito nella presa della corrente e la ferita si rimarginerà in un batter d’occhio. Per ora è decisamente meglio non farlo, ma per alcuni scienziati la corrente elettrica potrebbe davvero “riparare” le ferite.

Corpi elettrici
Secondo i ricercatori poiché le cellule e i tessuti funzionano come delle “batterie” - caricate positivamente dagli ioni di potassio e negativamente da quelli di cloruro – nel nostro corpo si sviluppano dei campi elettrici e quando ci si ferisce viene interrotto il passaggio di elettricità creando una specie di “corto circuito”.
Far passare la corrente elettrica sui tessuti danneggiati potrebbe far riavviare il processo di attrazione e aggiustare così le cellule danneggiate.

Dalla teoria alla pratica
Un’ipotesi che hanno annunciato di aver sperimentato con successo su alcuni tessuti (cresciuti in provetta) di cornea di topo appositamente danneggiati e successivamente ricomposti con la scarica elettrica. Hanno inoltre osservato che la capacità che alcuni geni hanno di riparare le cellule aumenta con l’elettricità.
Se lo studio fosse confermato, l’idea già lanciata 150 anni fa da uno studioso tedesco (Emil Du Bois-Reymond) e mai presa sul serio dagli scienziati, potrebbe essere utilizzata per trovare una terapia di rapida guarigione delle ferite.

(Notizia aggiornata al 27 luglio 2006)

27 luglio 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Settant’anni fa agli italiani arrivò un regalo inaspettato: la televisione. Quell’apparecchio – che pochi potevano comprare e quindi si vedeva tutti insieme – portò con sè altri doni: una lingua in comune, l’intrattenimento garantito, le informazioni da tutto il mondo. Una vera rivoluzione culturale e sociale di cui la Rai fu indiscussa protagonista. E ancora: i primi passi della Nato; i gemelli nel mito e nella società; la vita travagliata, e la morte misteriosa, di Andrea Palladio; quando, come e perché è nato il razzismo; la routine di bellezza delle antiche romane.

ABBONATI A 29,90€

I gemelli digitali della Terra serviranno a simularne il futuro indicando gli interventi più adatti per prevenirne i rischi ambientali. E ancora, le due facce dell’aggressività nella storia dell’evoluzione umana; com’è la vita di una persona che soffre di balbuzie; tutti gli strumenti che usiamo per ascoltare le invisibili onde gravitazionali che vengono dall’alba dell’universo; le pillole intelligenti" che dispensano farmaci e monitorano la salute del corpo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us