Scienze

Le super banane Ogm contro la carenza di vitamina A

Parte negli USA la sperimentazione sull'uomo di banane arricchite con beta-carotene, essenziale per la produzione di vitamina A. Potrebbero contribuire alla lotta alla malnutrizione in Africa orientale, ma il progetto attira anche alcune critiche.

Dall'Australia all'Uganda, passando per gli Stati Uniti: questa è la strada che stanno compiendo alcune banane geneticamente modificate che promettono di combattere la carenza di vitamina A, uno dei principali problemi legati alla malnutrizione che i paesi dell'Africa orientale devono fronteggiare.

Scienziati della Queensland University of Technology (QUT) in Australia, hanno creato una nuova specie di banana che contiene livelli più alti di beta-carotene, una sostanza che il corpo converte in vitamina A. Il frutto, il cui genoma è stato ottenuto modellando il corredo genetico di un normale banano, potrebbe contribuire ad arricchire la dieta dei 650-700 mila bambini malnutriti che ogni anno muoiono e perdono la vista per carenza di vitamina A.

Ogm: cosa c'è da sapere

Banane "dopate"
Le banane Ogm somigliano a quelle convenzionali in tutto, meno che nel colore della polpa, più arancione di quella convenzionale per l'elevata presenza di carotenoidi. Già sperimentate con successo sugli animali, come i gerbilli, a breve saranno testate anche sull'uomo, con un trial di sei settimane che si terrà negli Stati Uniti, presso la Iowa State University. Cinque dottorati ugandesi stanno lavorando al progetto che è stato finanziato per 10 milioni di dollari (oltre 7,3 milioni di euro), dalla Fondazione Bill & Melinda Gates.

Il frutto che non è in alcun modo pericoloso per l'uomo - spiegano i ricercatori - dovrà dimostrare i suoi benefici effetti sulla salute: se supererà i test, a partire dal 2020 potrebbe essere coltivato dai contadini dell'Uganda, dove il 70% della popolazione sopravvive grazie a una dieta a base di banane.

«La banana degli altopiani o dell'Africa orientale, da cuocere al vapore una volta tagliata, è uno dei cibi base dei paesi dell'Est Africa, ma ha bassi livelli di micronutrienti, soprattutto è povera di ferro e provitamina A» spiega James Dale, a capo della ricerca. «Puntiamo ad aumentare il livello di provitamina A (le sostanze che l'organismo trasforma in vitamina A, come i beta carotenoidi) fino a un minimo di 20 microgrammi per grammo di peso del cibo».

Entusiasmo e critiche
Chi plaude al progetto crede che il frutto, diffuso tramite piantagioni localizzate che abbattano i costi del trasporto e contribuiscano positivamente all'economia locale, migliorerà le condizioni di quanti - soprattutto bambini - per deficit di vitamina A, soffrono di ritardo nello sviluppo, problemi alla vista, stanchezza cronica, malformazioni ossee e molti altri problemi.

Ma c'è anche chi solleva alcune critiche e si dice preoccupato che le super banane, finanziate dalla stessa associazione che supporta le multinazionali Ogm come la Monsanto, possano affamare ancora di più la popolazione africana dando vita a nuove forme di land grabbing (l'accaparramento di grandi estensione di terra coltivabile) e dipendenza economica.

Ti potrebbero interessare anche:

Ogm: una risposta ad ogni dubbio
Il riso anticolera e le domande aperte sugli Ogm
Tutto sugli organismi geneticamente modificati
Gli effetti dei cambiamenti climatici sull'agricoltura del Mediterraneo

17 giugno 2014 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us