Le sculture liquide di Sachiko Kodama

Una scultura è, per definzione, qualcosa di statico e molto, molto solido. Eppure l'artista giapponese Sachiko Kodama realizza sculture dinamiche e... decisamente fluide!

Una scultura è, per definzione, qualcosa di statico e molto, molto solido. Eppure Sachiko Kodama, un geniale artista giapponese, è riuscito a rovesciare questa consolidata interpretazione dell'arte dando vita a incredibili sculture dinamiche e... liquide.
L'elemento scuro protagonista di questo video è un ferrofluido, un liquido composto da nanoparticelle ferromagnetiche sospese in un solvente sintetico. Per evitare la formazione di grumi ogni particella è rivestita da un tensiaottivo che le impedisce di appiccicarsi alle altre.
Immersi nel liquido, ci sono due elettromagneti di forma conica sui quali è stata scavata una spirale.
L'accensione degli elettromagneti genera un campo magnetico che attrae il ferrofluido dando così vita alle sculture. Variando dinamicamente l'intensità di questi campi si possono ottenere forme di ferrofluido sempre diverse.
Nell'opera di Kodama è la musica a dare forma alla scultura. Per raggiungere questo risultato l'artista ha inserito nel tracciato musicale (digitale) dei metadati come la nota, il tempo, il volume. Ha quindi legato queste informazioni al voltaggio degli elettromagneti e allo schema di erogazione della corrente alternata.
Il risultato è la perfetta sincronizzazione tra suoni e immagini che si può apprezzare nel video.
14 Giugno 2011 | Gian Mattia Bazzoli