Le prime foto di Sentinel-2A

Appena quattro giorni dopo essere stato lanciato in orbita, il satellite europeo Sentinel-2A ha inviato le prime immagini della Terra, che offrono uno scorcio di 'visione dei colori' che fornirà per il programma di monitoraggio ambientale Copernico.
I dati sono stati trasmessi in tempo reale alla stazione di terra di Matera in Italia, dove le squadre aspettavano con impazienza il loro arrivo per l'elaborazione.

La riviera ligure -Appena quattro giorni dopo essere stato lanciato in orbita, il satellite dell'ESA Sentinel-2A ci ha "regalato" le prime immagini della Terra, un piccolo assaggio dei "colori" che fornirà il programma di monitoraggio ambientale Copernico.
La prima osservazione di Sentinel-2A è partita dalla Svezia e ha raccolto i dati di una striscia di territorio lungo tutta l'Europa centrale e il Mediterraneo per terminare in Algeria.
I dati sono stati trasmessi in tempo reale alla stazione di terra di Matera, dove le squadre aspettavano con impazienza il loro arrivo per l'elaborazione. Ma mentre i dati raccolti a Nord erano disturbati dalle nuvole, nel sud delle Europa dove c'era bel tempo sono stati spettacolari, come testimoniano queste immagini.

Milano - Questo primo piano di Milano fa parte di un sottoinsieme dimmagini della prima osservazione del satellite Sentinel-2A, acquisita in data 27 giugno 2015 alle 10:25 UTC (12:25 CEST), solo quattro giorni dopo il lancio.
Sentinel-2A permetterà di fare il punto sullo stato di salute della Terra, in particolare per ciò che riguarda agricoltura e foreste, grazie a speciali sistemi fotografici capaci di catturare 13 lunghezze d'onda.

La costa azzurra vestita di rosso - Nel fine settimana e nei prossimi giorni gli strumenti a bordo di Sentinel-2A verranno calibrati, ma la qualità di queste prime immagini è già superba.

La valle del Po - La risoluzione delle immagini di Sentinel-2A è di 10 metri per pixel. I satelliti Sentinel-2 (il primo, il 2A è in orbita, ma ne seguiranno altri) offriranno per la prima volta una visione a colori al Programma Copernicus, la rete di monitoraggio satellitare ambientale europea che ha visto lanciare, lo scorso anno, il satellite Sentinel-1A, dedicato alle osservazioni radar di terra e acqua.
Il sito dell'ESA di Sentinel-2A

Campi coltivati vicino a Tolosa (Francia) in una foto acquisita il 6 luglio con tre diverse bande spettrali. I colori indicano i tipi di coltivazione. In arancione, quelle di girasole, in giallo quelle di mais.

Le diverse strutture del deserto libico in una foto a colori realid di Sentinel-2A, incaricato di monitorare i cambiamenti terrestri del pianeta.

Visione a colori è il motto della missione, e qui ne abbiamo un esempio lampante: i colori del deserto libico in una foto che immortala le dune di sabbia nel loro splendore.

La parte inferiore del Lago Maggiore (con il fiume Ticino, che si snoda verso l'aeroporto di Milano Malpensa) e il lago di Varese, al centro e sulla sinistra: il secondo specchio d'acqua appare più chiaro perché di origine glaciale. Dalla differenza di colori si nota la sensibilità di Sentinel nell'analisi degli specchi d'acqua.

Reef corallini al largo delle coste dell'Arabia Saudita. Tra i compiti di Sentinel-2A c'è quello di monitorare i livelli di inquinamento delle acque costiere.

Il massiccio roccioso di Uluru/Ayers Rock, nell'outback australiano, è ben visibile sulla destra. La formazione rocciosa di Kata Tjuta spicca invece sulla sinistra.

La riviera ligure -Appena quattro giorni dopo essere stato lanciato in orbita, il satellite dell'ESA Sentinel-2A ci ha "regalato" le prime immagini della Terra, un piccolo assaggio dei "colori" che fornirà il programma di monitoraggio ambientale Copernico.
La prima osservazione di Sentinel-2A è partita dalla Svezia e ha raccolto i dati di una striscia di territorio lungo tutta l'Europa centrale e il Mediterraneo per terminare in Algeria.
I dati sono stati trasmessi in tempo reale alla stazione di terra di Matera, dove le squadre aspettavano con impazienza il loro arrivo per l'elaborazione. Ma mentre i dati raccolti a Nord erano disturbati dalle nuvole, nel sud delle Europa dove c'era bel tempo sono stati spettacolari, come testimoniano queste immagini.