Scienze

Le emoticons con la nostra faccia

Un software renderà le faccine più simili al tuo volto. Per evitare incomprensioni e renderle più originali.

Le emoticons con la nostra faccia
Un software renderà le faccine più simili al tuo volto. Per evitare incomprensioni e renderle più originali.

Due emoticon personalizzate. Un domani potremo
renderle più simili a noi.

Forse a breve non ci serviranno più le combinazioni di segni di punteggiatura per esprimere le nostre emozioni. Le emoticons – quelle faccine che vanno tanto di moda nelle chat e che servono a rendere più chiaro il nostro messaggio aggiungendo una “sfumatura” emotiva alle parole – non avranno più bisogno di due punti, parentesi e altri caratteri alfanumerici. Alla Bournemouth University (UK) si sono infatti dati la pena di umanizzarle. Come? Semplicemente usando la ‘vera’ faccia dell’utente.

Il software che ti cambia l’espressione
Il gioco è semplice: basta caricare sul pc la nostra foto con un’espressione il più possibile neutra. Con qualche click di mouse si indicano le estremità delle labbra, degli occhi, delle sopracciglia e delle ciglia. A quel punto entra in gioco il software messo a punto dai ricercatori che, grazie a un database di volti, è in grado di determinare le distanze medie tra questi punti nelle diverse espressioni emotive. Sulla base di questi dati medi il software conferisce espressività al nostro volto digitale distorcendo l’immagine nei punti precedentemente indicati così da generare espressioni di felicità, tristezza, paura, rabbia, sorpresa e disgusto in tre livelli di intensità.

Emozioni testate
Nel corso di un test su 35 volontari il 60% è riuscito a decifrare le ‘emozioni virtuali’: un buon risultato a sentire i ricercatori, che stanno comunque già pensando a un dizionario di 18.000 parole e frasi base per migliorare l’identificazione delle espressioni. «Crediamo che questo software potrebbe arricchire il potere espressivo delle chat e dei programmi di messaggistica istantanea» afferma Anthony Boucouvalas, responsabile della ricerca. «Certo non è un sistema perfetto, ma sicuramente aiuterà a migliorare la comprensione delle parole scritte».

(Notizia aggiornata al 2 ottobre 2006)

2 ottobre 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us