Scienze

Le canzoni si esauriranno, una volta finite tutte le combinazioni di note?

Si può rispondere con un’analogia. In pittura ci sono i colori primari, blu, giallo e rosso, fondamentali della tavolozza. Da essi discende la varietà infinita delle possibilità pittoriche, di ogni tempo e stile. Difficile immaginare che possa esaurirsi la pittura, dato che alle combinazioni cromatiche (e stilistiche) già sperimentate, ogni epoca ne ha aggiunte altre, nuove o riprese da stili precedenti. La stessa cosa avviene in musica. Da sempre l’artista musicale ha ricombinato stili e generi in nuove forme o in forme derivate. La canzone si muove in questo secolo sullo stesso sistema impiegato da Bach, Mozart e Beethoven. Questo sistema è basato su due “modi”, maggiore e minore, con i quali si caratterizza sia un brano classico sia una canzone moderna (la Toccata e fuga di Bach è in re minore, la stessa tonalità di Michelle dei Beatles). Nulla vieta, però, che in futuro la canzone cambi sistema: teoricamente potrebbe nascere una “dodecafonia leggera” (la dodecafonia è un sistema in cui i 12 suoni, per esempio quelli dei tasti bianchi e neri di un pianoforte che costituiscono un’ottava, sono posti in relazione paritetica uno con l’altro, senza che i loro rapporti siano riferibili a un suono fondamentale, come avviene invece nel sistema dei “modi”). Oppure potrebbe riguardare le parole e la forma con la quale scriverle. È quello che ha tentato Lucio Battisti nelle ultime produzioni. Non c’è quindi pericolo che la canzone si esaurisca, anche se potrebbe trasformarsi in qualcosa di molto diverso.

26 giugno 2002
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Come sarebbe stata (e sarebbe) la nostra vita senza cani, gatti, cavalli, topi, api, scimmie? Abbiamo girato la domanda direttamente a loro, gli animali, per farci raccontare che cosa e quanto hanno fatto per l'uomo fin dalla notte dei tempi. Perché non c'è evento, guerra, scoperta, epidemia che si possa ripercorrere senza valutare il ruolo svolto dagli altri abitanti del Pianeta.

ABBONATI A 29,90€

Perché viaggiamo? L'uomo viaggia da sempre con gli scopi più diversi, ma solo da poco tempo lo fa anche per divertirsi. E tu, che viaggiatore sei?Scoprilo con il test. E ancora: come sono i rifugi antiatomici della Svizzera e degli Usa; come si gioca la guerra dell’informazione nel Web; perché i Sapiens sono rimasti l’unica specie di Homo sulla Terra; gli amici non sono tutti uguali perché il rapporto con loro dipende dalla personalità, dal sesso e dal tempo che si passa insieme. Fai il test: che tipo di amici hai?

ABBONATI A 31,90€
Follow us