Scienze

Laser contro i rifiuti nello spazio

Si pensa all'economico laser per eliminarli.

I rifiuti, in cielo come in terra, sono un enorme problema e rimuoverli costa caro. L’ente spaziale americano, però, sta studiando un sistema relativamente “economico” in grado di neutralizzare la spazzatura in orbita intorno alla Terra a colpi di raggio laser.

“Il laser non eliminerebbe la spazzatura ma la sposterebbe”

Reazione a catena - La Sindrome di Kessler è uno scenario spazio-apocalittico, teorizzato nel 1978 dal consulente della Nasa Donald J. Kessler, secondo il quale il volume i detriti che orbitano a bassa quota intorno alla Terra diventerà così elevato nel prossimo futuro scatenando una reazione a catena che renderebbe impossibile per generazioni l’esplorazione spaziale e l’uso dei satelliti artificiali. La collisione del 2009 tra i satelliti Iridium 33 e Cosmos 2251, secondo gli esperti, potrebbe aver innescato questa reazione a catena.

Fatti più in là… - L’imperativo è rimuovere questi detriti prima che lo spazio diventi “off limits”. Le idee per fare un po’ di pulizia nello spazio celeste negli ultimi anni non sono mancate ma il costo si è sempre dimostrato proibitivo. L’ultimo stratagemma escogitato da James Mason dell’Ames Research Center della Nasa di stanza a Palo Alto prevede l’uso di un laser per “spostare” la spazzatura spaziale su orbite meno pericolose in attesa di trovare il modo per eliminarla. La tecnologia è già disponibile e il costo del progetto si aggirerebbe intorno al milione di dollari.

I top tablet del MWC 2011. Guarda la gallery!

14 marzo 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us