Scienze

L'app per tracciare i terremoti con lo smartphone

Una app trasforma i cellulari in sismografi portatili: nei primi sei mesi di test ha segnalato 200 sismi, e la speranza è che possa essere sfruttata per salvare vite.

Che cosa arriva anche nelle zone più remote della Terra, dove la tecnologia per installare sensori sismici è ancora troppo costosa? I cellulari: ecco perché gli scienziati dell'Università della California a Berkeley hanno ideato l'app MyShake, che trasforma gli smartphone in sismografi e le persone che la installano in rilevatori mobili di terremoti.

Efficace. Nei primi sei mesi di prova, i 200 mila utilizzatori dell'app per Android hanno contribuito a individuare 200 eventi sismici, anche di piccola intensità. Per ora MyShake funziona solo come registratore di dati, ma l'idea è di dotarla, in futuro, di un sistema di alert che avvisi gli utenti di un sisma appena iniziato, e dia loro il tempo di mettersi al sicuro.

Intervallo di sicurezza. In paesi come il Giappone, la fitta rete di sismografi riesce ad avvertire la popolazione anche un minuto in anticipo: quanto basta per infilarsi sotto un tavolo. Ma altre aree, come il Nepal, sono meno coperte e monitorate.

C'è scossa e scossa. La verifica dell'efficacia dell'app "dal vivo", cioè non nelle simulazioni, ma nella vita reale, era necessaria per un ostacolo che incontrano i programmi di questo tipo: quello di distinguere le scosse di terremoto dai tremori a cui è normali sottoposto un cellulare.

Per ovviare al problema, il team ha istruito un network neurale a riconoscere i diversi tipi di sollecitazioni, e ha inserito queste informazioni nella app, che sarà presentata alla conferenza dell'American Geophysical Union alla fine del mese. Finora, sembra aver funzionato.

2 dicembre 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us