Scienze

L'app per tracciare i terremoti con lo smartphone

Una app trasforma i cellulari in sismografi portatili: nei primi sei mesi di test ha segnalato 200 sismi, e la speranza è che possa essere sfruttata per salvare vite.

Che cosa arriva anche nelle zone più remote della Terra, dove la tecnologia per installare sensori sismici è ancora troppo costosa? I cellulari: ecco perché gli scienziati dell'Università della California a Berkeley hanno ideato l'app MyShake, che trasforma gli smartphone in sismografi e le persone che la installano in rilevatori mobili di terremoti.

Efficace. Nei primi sei mesi di prova, i 200 mila utilizzatori dell'app per Android hanno contribuito a individuare 200 eventi sismici, anche di piccola intensità. Per ora MyShake funziona solo come registratore di dati, ma l'idea è di dotarla, in futuro, di un sistema di alert che avvisi gli utenti di un sisma appena iniziato, e dia loro il tempo di mettersi al sicuro.

Intervallo di sicurezza. In paesi come il Giappone, la fitta rete di sismografi riesce ad avvertire la popolazione anche un minuto in anticipo: quanto basta per infilarsi sotto un tavolo. Ma altre aree, come il Nepal, sono meno coperte e monitorate.

C'è scossa e scossa. La verifica dell'efficacia dell'app "dal vivo", cioè non nelle simulazioni, ma nella vita reale, era necessaria per un ostacolo che incontrano i programmi di questo tipo: quello di distinguere le scosse di terremoto dai tremori a cui è normali sottoposto un cellulare.

Per ovviare al problema, il team ha istruito un network neurale a riconoscere i diversi tipi di sollecitazioni, e ha inserito queste informazioni nella app, che sarà presentata alla conferenza dell'American Geophysical Union alla fine del mese. Finora, sembra aver funzionato.

2 dicembre 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us