Scienze

L'agricoltura e l'anidride carbonica nell'atmosfera

Proprio nei giorni in cui l'uomo ha raggiunto livelli di anidride carbonica mai toccati da che si trova sulla Terra (leggi questo post) arrivano i dati di chi...

Proprio nei giorni in cui l'uomo ha raggiunto livelli di anidride carbonica mai toccati da che si trova sulla Terra
) arrivano i dati di chi produce maggiori quantità di CO2 e altre sostanze da effetto serra. E sembra che stanno crescendo in modo inaspettato le emissioni di anidride carbonica da parte dell’agricoltura. Nel 2010 (ultimo anno di cui si possiedono dati) la produzione di CO2 è stata di 4,69 miliardi di tonnellate, con un incremento del 13% rispetto al 1990. A confronto, le emissioni di CO2 da parte dei trasporti è stata di 6,76 miliardi di tonnellate e quelle legate alla produzione di elettricità hanno raggiunto i 12, 48 miliardi di tonnellate. Dati da poco emessi dal Worldwatch Institute Vital Signs Online Service. Nonostante il forte aumento delle emissioni dovute all’agricoltura va sottolineato che la crescita della produttività in questo campo ha superato di un fattore uguale a 1,6 la crescita delle emissioni di CO2 , dimostrando che l’agricoltura sta diventando più efficiente. Purtroppo però l’agricoltura produce anche ossido d’azoto e metano. Quest’ultimo è prodotto soprattutto quando il materiale organico, come le colture in genere, i mangimi per il bestiame o il letame, si decompongono anaerobicamente (senza ossigeno). Calcoli vari dimostrano che le emissioni di metano corrispondono a circa il 50% di tutte le emissioni prodotte in agricoltura. Gli ossidi d’azoto invece si producono dall’azione di particolari microbi presenti nei suoli, soprattutto quando esso si trova in percentuali superiori a quelle necessarie alla vita delle piante agricole. La CO2 invece, si produce soprattutto quando la materia organica si decompone in ambiente aerobico (con ossigeno). Particolare attenzione va rivolta a questo settore dell’attività umana perché la crescita di emissioni di gas serra si sta avvicinando fortemente a quella prodotta dalle attività industriali in senso lato. Molto è stato fatto, certo, ma a quanto pare non è ancora sufficiente.

11 maggio 2013 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us