La zampata della tigre dai denti a sciabola

Predatori della preistoria: le prime impronte fossili di smilodonte fanno impallidire le tigri del Bengala.

tigresciabola
L'eredità fossile di uno smilodonte.|Daniel Boh/Museo Municipal de Miramar

Quelle che vedete nella foto qui sopra sono le prime impronte fossili mai ritrovate di una tigre dai denti a sciabola (Smilodon): sono state rinvenute in Argentina, vicino a Miramar, in un tratto di costa che un tempo distava qualche chilometro dal mare.

 

Le quattro impronte lasciate 50 mila anni fa, sono state scoperte lo scorso anno e presentate in occasione del recente trentesimo Meeting Argentino di Paleontologia dei Vertebrati. Sono più grandi di quelle di una odierna tigre del Bengala e raggiungono in un caso i 19,2 cm di ampiezza: quasi quanto una mano adulta aperta, con le dita distese.

 

A lasciarle fu forse uno Smilodon populator, specie tipica del Sud America con una massa del 20% superiore a quella di una tigre del Bengala (che pesa 200-235 chili in media). Ma data la difficoltà di attribuzione di un'impronta a una specie precisa, le orme hanno acquisito un nome scientifico distinto, quello di Smilodonichnum miramarensis (dal nome della località del ritrovamento).

 

 

14 Giugno 2016 | Elisabetta Intini