Scienze

La vita batterica potrebbe sopravvivere a temperature superiori a quelle ipotizzate finora

In uno studio in parte contestato, le spore di un microrganismo hanno sopportato per oltre mezz'ora temperature quattro volte superiori al limite massimo attestato finora: condizioni che in natura, si verificano soltanto nei vulcani, negli incendi o su altri pianeti.

La vita può sopravvivere, senza apparenti danni al DNA, all'interno di una fornace abbastanza rovente da fondere il piombo: in base a un - controverso - studio dell'Università di Ghent, in Belgio, le spore di un batterio possono sopportare temperature superiori ai 400 °C per oltre 30 minuti, e una volta tornate in condizioni normali, continuare a crescere e formare colture.

Le conclusioni del lavoro, pubblicato sulla rivista Extremophiles, dividono la comunità scientifica perché particolarmente eclatanti. Finora il limite termico per la sopravvivenza della vita animale era fissato a 50 °C, anche se alcune specie di batteri hanno dimostrato di poter resistere a temperature superiori a 100 °C (122 °C, per un batterio trovato in sorgenti idrotermali del Golfo della California, a 2.000 metri di profondità).

Oltre ogni limite. Un fattore che è noto influire sull'incapacità di sopravvivere ad elevate temperature è la presenza di acqua all'interno delle cellule. I ricercatori si sono chiesti se le spore batteriche (strutture biologiche resistenti agli stress ambientali, che possono germinare e formare nuovi batteri anche molto tempo dopo la loro formazione) avessero un limite termico più elevato.

Hanno così posto una provetta piena di spore del batterio Bacillus amyloliquefaciens per tre giorni in un essiccatore allo zero per cento di umidità. Poi, i campioni sono stati trasferiti in una fornace e portati a temperature comprese tra i 200 °C e i 500 °C per periodi di tempo compresi tra i 30 e i 60 minuti. A questo punto, le spore sono state raffreddate a temperature normali per vedere se fossero ancora in grado di germinare e formare popolazioni batteriche. Quelle portate a temperature fino a 420 °C ci sono riuscite; quelle arrivate a 430 °C o più, no.

Superpoteri. Una tale capacità ha lasciato di stucco gli scienziati perché, in base a studi precedenti, la struttura del DNA si degrada da 190 °C in su di temperatura: le spore potrebbero essere state aiutate da enzimi resistenti alle alte temperature, capaci di riparare il DNA danneggiato una volta ripristinate temperature normali. Un altro dato sorprendente è la quantità di tempo passato a quelle temperature infernali: nel 2015 le spore di un altro batterio avevano sopportato un simile stress, ma solo per pochi millisecondi.

Prospettive e critiche. Lo studio potrebbe avere implicazioni importanti per chi si occupa di indagare la possibilità di vita su altri pianeti, ma anche per le tecniche di sterilizzazione di laboratorio che si basano sulle alte temperature: in alcuni casi, evidentemente, non sono efficaci.

Non tutti però condividono questi risultati.

La precedente letteratura ha accertato che più alte sono le temperature, minore è il tempo di esposizione sopportabile per i microrganismi. Seguendo questa logica, a 190 °C le spore possono resistere soltanto per pochi secondi: come è possibile abbiano sopportato mezz'ora a 420 °C? Inoltre, lo studio non sembra chiarire quanto tempo hanno impiegato le spore a ripristinare il DNA danneggiato. Se non altro, la ricerca sembra avere il merito di spingere i microbiologi ad ulteriori approfondimenti.

19 giugno 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us