Scienze

Piccole teste crescono

Il nostro cranio è molto più grande rispetto a quello dei nostri avi del XIX secolo: uno studio americano spiega, almeno in parte, il perchè.

La nostra testa è sempre più grande: lo conferma uno studio antropologico recentemente concluso presso l'Università del Tennessee che ha analizzato forma e dimensioni di oltre 1500 crani di individui morti tra la metà del 1800 e il 1980.
Secondo Richard Jantz e i suoi colleghi i teschi dell'uomo bianco stanno cambiando radicalmente forma: oggi sono più larghi, schiacciati e affusolati e di conseguenza le nostre facce sono più lunghe rispetto a quelle dei nostri trisavoli del XIX secolo.

Più sani, più testoni
I ricercatori hanno riscontrato un aumento del volume cranico di 200 centimetri cubici per gli uomini, l'equivalente di una palla da tennis, e di 180 cm cubici per le donne, mentre la lunghezza complessiva delle teste è cresciuta rispettivamente di 8 e 7 mm. Si tratta di incrementi medi del 6,8%, non porporzionali a quelli di altre misure corporee: nello stesso arco temporale infatti il nostro peso è infatto cresciuto del 5,6% mentre i nostri femori si sono allungati solo del 2%.
Le ragioni che hanno portato a questi cambiamenti sono ancora in gran parte sconosciute: «Potremmo formulare decine di ipotesi diverse» spiegano i ricercatori, «con effetti a catena decisamente complicati».
Le teorie più accreditate attribuiscono comunque l'aumento delle dimensioni delle nostre teste a un miglioramento generale delle condizioni di vita, in particolare dell'alimentazione, e alla riduzione dei lavori fisicamente usuranti.
E poi c'è la caduta dei tabù culturali: il maggior numero di unioni tra individui di razze diverse ha sicuramente contribuito a portare nell'uomo bianco geni di altre etnie.
E secondo i ricercatori non c'è motivo per ritenere che questi cambiamenti siano finiti.

L'incredibile odissea dell'uomo

La grande storia della diversità umana
Siamo quel che mangiamo: un excursus nelle diete preistoriche

11 giugno 2012 Franco Severo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us