Scienze

Piccole teste crescono

Il nostro cranio è molto più grande rispetto a quello dei nostri avi del XIX secolo: uno studio americano spiega, almeno in parte, il perchè.

La nostra testa è sempre più grande: lo conferma uno studio antropologico recentemente concluso presso l'Università del Tennessee che ha analizzato forma e dimensioni di oltre 1500 crani di individui morti tra la metà del 1800 e il 1980.
Secondo Richard Jantz e i suoi colleghi i teschi dell'uomo bianco stanno cambiando radicalmente forma: oggi sono più larghi, schiacciati e affusolati e di conseguenza le nostre facce sono più lunghe rispetto a quelle dei nostri trisavoli del XIX secolo.

Più sani, più testoni
I ricercatori hanno riscontrato un aumento del volume cranico di 200 centimetri cubici per gli uomini, l'equivalente di una palla da tennis, e di 180 cm cubici per le donne, mentre la lunghezza complessiva delle teste è cresciuta rispettivamente di 8 e 7 mm. Si tratta di incrementi medi del 6,8%, non porporzionali a quelli di altre misure corporee: nello stesso arco temporale infatti il nostro peso è infatto cresciuto del 5,6% mentre i nostri femori si sono allungati solo del 2%.
Le ragioni che hanno portato a questi cambiamenti sono ancora in gran parte sconosciute: «Potremmo formulare decine di ipotesi diverse» spiegano i ricercatori, «con effetti a catena decisamente complicati».
Le teorie più accreditate attribuiscono comunque l'aumento delle dimensioni delle nostre teste a un miglioramento generale delle condizioni di vita, in particolare dell'alimentazione, e alla riduzione dei lavori fisicamente usuranti.
E poi c'è la caduta dei tabù culturali: il maggior numero di unioni tra individui di razze diverse ha sicuramente contribuito a portare nell'uomo bianco geni di altre etnie.
E secondo i ricercatori non c'è motivo per ritenere che questi cambiamenti siano finiti.

L'incredibile odissea dell'uomo

La grande storia della diversità umana
Siamo quel che mangiamo: un excursus nelle diete preistoriche

11 giugno 2012 Franco Severo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us