Scienze

La tecnologia che salverà in minatori cileni

La tecnologia soccorre i minatori cileni.

La fine dell’incubo per i 33 minatori intrappolati nella miniera cilena si avvicina. La trivella ha completato il pozzo e mercoledì inizierà il salvataggio vero e proprio attraverso una capsula che verrà calata nel cunicolo.

“Sarà la capsula Phoenix a riportare i minatori cileni in superficie”

Un vero miracolo – Sono intrappolati a 700 metri di profondità in una miniera di rame e oro nel deserto cileno di Atacama dal 5 agosto scorso. All’inizio sembrava una situazione “senza via d’uscita”, invece i 33 minatori (32 cileni e un boliviano), sono riusciti a raggiungere uno dei rifugi lungo le gallerie dove hanno trovato ossigeno e provviste e, dopo 17 giorni di ansia per i familiari, è arrivata la notizia che erano tutti vivi. Adesso, a distanza di più di due mesi, è finalmente tutto pronto per riportarli in superficie. Non a Natale, come avevano annunciato le autorità cilene in un primo momento, ma già a partire da domani.

Ascensore dall’inferno – La trivellazione è iniziata verso la fine di agosto e il tunnel che scende in linea retta fino al loro rifugio è stato completato il 9 ottobre. Le squadre di soccorso stanno rinforzando il tunnel con dei tubi di acciaio per evitare che frammenti di roccia possano danneggiare la capsula Phoenix. Sì, perché sarà una sorta di ascensore del diametro di circa 70 centimetri e alta quattro metri a riportare i minatori in superficie, un viaggio che durerà per ognuno un’ora e mezzo. Se qualcosa dovesse andare storto, è previsto un piano di riserva: la risalita a piedi su lunghissime scale. Pare infatti sia stato chiamato un personal trainer che dovrebbe aiutare i minatori in questa impresa.

Invenzioni giapponesi. Guarda la gallery!

11 ottobre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us