Scienze

La tecnofobia si sviluppa durante la gravidanza

Il disturbo si sviluppa nel grembo materno.

Secondo alcuni scienziati inglesi il timore per le nuove tecnologie e la difficoltà nell'uso dei computer, anche detta tecnofobia, arriva prima della nascita della persona, quando il bambino si trova ancora nel grembo materno.

“I ricercatori inglesi studiano l'influenza degli ormoni sullo sviluppo del cervello”

Luddismo prenatale - L'attitudine di una persona nei confronti delle nuove tecnologie può essere prevista studiando gli ormoni a cui viene sottoposto il feto all'interno del grembo materno, secondo gli studi dei ricercatori dell'università di Bath in Inghilterra. Il testosterone è l'ormone che influenza lo sviluppo del cervello umano e, secondo gli scienziati, può anche determinare la facilità o la difficoltà nell'usare gli strumenti tecnologici in futuro.

Ansia da computer - Secondo il dottor Mark Brosnan un indice di esposizione al testosterone molto alto durante il periodo pre natale è in grado di influenzare i risultati universitari vent'anni dopo. Stando agli studi del gruppo di lavoro, l'esposizione al testosterone è correlata all'ansia durante l'uso delle nuove tecnolgoie e dei computer.

Calcolo digitale - L'esame dell'esposizione è stato effettuato comparando la misura del dito medio e del dito indice di 150 studenti di informatica: una maggiore differenza nelle misure indica una maggiore esposizione durante i mesi di gravidanza. In ogni caso analizzato esiste una correlazione tra i voti dello studente e le lunghezze delle dita. Un'altra analisi tra 119 studenti di altre materie universitarie ha mostrato che un dito medio di minor lunghezza è correlato a una maggior ansia durante l'utilizzo delle nuove tecnologie: queste persone soffrono dunque di “tecnofobia”, dovuta al basso livello di testosterone a cui sono stati esposti durante la fase pre natale.

In più su Jacktech.it:

14 ottobre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us