Scienze

La proteina che aumenta la memoria

Scoperta proteina che aumenta memoria.

Un gruppo di scienziati spagnoli ha scoperto una proteina che mette il turbo alla memoria. Almeno a quella dei topi, che si ricordano tutto ciò che vedono.

“La scienza ti regala una memoria davvero fotografica”

Memoria visiva – I ricercatori ispanici, come riporta la rivista Science, quasi per caso sono inciampati in una sostanza che potrebbe svelare il segreto dei soggetti dotati di memoria fotografica, come il celebre Pico della Mirandola. Il gruppo di scienziati ha provato ad aumentare la produzione della proteina chiamata RGS-14 in una specifica area della corteccia visiva dei topi, scoprendo così che gli animali potevano ricordare gli oggetti visti in precedenza. Di norma i topi dimenticano ciò che hanno visto dopo circa un’ora, mentre i soggetti la cui produzione della proteina è stata incrementata in laboratorio, ricordavano anche oggetti che avevano visto nei due, o più, mesi precedenti. I ricercatori sono quindi giunti alla conclusione che quella particolare regione della corteccia del cervello è dedicata alla memoria visiva: asportando tale regione, i topi non si ricordano più ciò che hanno visto.

Aumenteremo la nostra Ram? - Non si sa ancora se questa proteina è in grado di “pompare” anche la memoria degli esseri umani, ma sarebbe davvero comodo. Infatti il punto chiave è che la proteina funziona solo con la memoria visiva, non con altri tipi della memoria, umana e non. Una medicina che sia in grado di incrementare la resa della nostra memoria visiva potrebbe essere molto utile: chi lavora con milioni di immagini, le ricorderebbe tutte senza bisogno di database, come ad esempio i detective alle prese con le schede segnaletiche dei ricercati. Oppure guardando un testo ci si potrebbe ricordare l’esatta disposizione della parole nella pagina, che è un po’ quello che avviene quando si cattura uno snapshot della schermata.

18 maggio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us