Scienze

La prima vera nave spaziale parte oggi

Parte la nave spaziale che sfrutta il sole.

La notizia arriva dall’Agenzia Spaziale Giapponese: la prima vera “nave” spaziale dell’uomo parte il 18 Maggio 2010 ed è una delle maggiori novità tecnologiche per l’esplorazione dello spazio.

“Una nuova tecnologia che sfrutta il sole per navigare nello spazio”

Fino ad oggi impensabile – Da quando è partita la conquista dello spazio, gli uomini hanno inviato navicelle, sonde e altri apparati scientifici che si muovono nel vuoto assoluto a suon di razzi e, soprattutto, di litri di carburante. Ciò ha sempre comportato la difficile operazione di trasportare in cielo le scorte: anche il bagaglio dello Shuttle, pure nella sua ultima missione, era composto per lo più dal carburante che la navicella spaziale necessita per il suo funzionamento.

Come le vere navi – Ikaros è invece un’invenzione degli scienziati giapponesi, che vogliono dirigere verso Venere una navicella ispirandosi alla navigazione marina: la sonda nipponica monta infatti un’inedita vela solare, che si dispiega e raccoglie direttamente dal sole tutta l’energia di cui ha bisogno.

Nomen Omen – Ikaros è l’acronimo di: Interplanetary Kite-craft Accelerated by Radiation of the Sun (ovvero di Kite alimentato dalle radiazioni del Sole). La vela solare ha un diametro di 20 metri e si comporta come una vera e propria vela: al posto del vento, si lascia riempire e trasportare dalle emanazioni del Sole. La radiazione elettromagnetica dei raggi solari esercita infatti una certa forza sugli oggetti che colpisce e, maggiore è la vicinanza all'astro, maggiore sarà anche la sua forza.

In più è ibrida - La grande vela solare avrà dunque il compito di raccogliere l’energia e la spinta del sole sulla sua superficie, anche se ha uno spessore davvero sottilissimo: 0,0075 millimetri. E inoltre sarà anche ibrida, perché è totalmente ricoperta da una sostanza che ha un funzionamento simile al fotovoltaico: riesce a trasformare la luce solare in energia elettrica, così da alimentare i computer e gli strumenti di bordo.

18 maggio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us