Scienze

La Porsche ibrida è più veloce delle auto a benzina

La Porsche ibrida è una vera supercar!

La notizia del successo arriva dall’Estremo Oriente, dove la sportiva e ibrida Porsche 997 GT3 R Hybrid la scorsa domenica è stata impegnata in una gara della prima edizione dell’Intercontinental Le Mans Cup: ha battuto le concorrenti alimentate a benzina.

“Durante una gara in Cina la nuova Porsche ibrida distanzia gli avversari”

Classe Le Mans – La gara Endurance sulla distanza di 1000 chilometri si è corsa a Zhuhai in Cina e la nuova Porsche 997 GT3 R Hybrid, la super sportiva ecologica in stile 911 di cui Jack ti ha già raccontato i dettagli, si è piazzata sesta in classifica generale, battendo le automobili di categoria GT2 equipaggiate con motore a scoppio.

Ibrido made in Germany – Jack ha anche illustrato la recente decisione verso una svolta ecologica di casa Porsche. Ma questa è un’auto da corsa ed è la prima coupé con motore ibrido che è nata per la pista: un concentrato di innovazione e tecnologia, con motore boxer a benzina da 480 cavalli, a cui si sommano i ben 160 cavalli forniti dai due speciali motori elettrici che sono inseriti nelle ruote.

Doppiati in corsa – Durante la gara cinese la Porsche GT3 Hybrid è stata pilotata da Joerg Bergmeister e Patrick Long ed è risultata la GT3 più veloce che ha gareggiato sul circuito asiatico: ha battutto le “normali” GT2 911, le Ferrari e le sportive BMW che correvano per il titolo. La nuova Porsche ibrida infatti ha elargito due giri a ciascun concorrente: ha coperto la distanza del percorso effettuando un pit stop in meno rispetto agli avversari, anche della categoria superiore.

Eco bolidi di Tesla. Guarda la gallery!

9 novembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us