Scienze

La gomma da bici si ripara da sola

Protek Max è la gomma che si autoripara.

L'azienda di pneumatici francese Michelin ha creato un nuovo sistema, composto da camera d'aria e copertone, che, in caso di foratura, si ripara da solo.

“Uno speciale liquido interno elimina al volo i buchi”

Difficile da bucare - Si chiama Protek Max ed è stata presentata da Michelin alla fiera Eurobike 2010: un nuovo tipo gomma per le future biciclette, che si autoripara in caso di bisogno. La camera d'aria all'interno ha una speciale forma con dei rilievi, che le permettono di rimanere tesa e schiacchiata contro il copertone esterno. Alla giusta pressione di utilizzo, la particolare forma della camera d'aria le permette di rimanere sempre elastica, così che un eventuale corpo esterno incontrerà serie difficoltà nel forarla, come invece avviene alle normali biciclette che montano il canonico tubo in gomma liscia.

Un liquido per tappare - Oltre alla speciale foggia della camera d'aria, che ha dei rilievi e delle protuberanze studiate appositamente per rimanere alla giusta compressione e nella corretta posizione e che, in caso di foratura, tendono a chiudere e comprimere l'eventuale buco, il foro provocato dal corpo estraneo viene accuratamente tappato da uno speciale liquido sigillante, che è posto all'interno della camera di gomma. Nonostante la presenza del liquido all'interno, Michelin è riuscita a mantenere pesi e misure in linea con le normali gomme da biciclette. La Protek Max è disponibile con copertoni sia per il mercato city, che per le mountain bike. (gt)Niccolò Fantini

Guarda le bici più futuristiche

6 aprile 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us