Scienze

La fisica del fischio della teiera

Bere il tè è rilassante? Non per i fisici, che nemmeno sorseggiando dalla loro tazza riescono a smettere di farsi domande...

Non tutti i fisici sono impegnati in ricerche sulle particelle elementari della materia. Alcuni si occupano di aspetti più "lievi" - ma non per questo inutili della realtà - per esempio, capire come bevono i gatti, come si batte il calcio di punizione perfetto o come fluisce la pipì nel wc.

Un gruppo di fisici dell'Università di Cambridge (Inghilterra) ha ora risolto un altro, scottante mistero: ovvero che cosa produca il caratteristico "fischio" delle teiere.

Dopo una serie di osservazioni, studi acustici ed esperimenti pratici i ricercatori hanno elaborato un modello matematico in grado di descrivere il fischio di pressoché tutte le teiere, che si articolerebbe in due distinte fasi. La prima inizia quando il vapore dell'acqua in ebollizione viene convogliato a forza nell'angusto passaggio del beccuccio della teiera: l'aria compressa, fuoriuscendo velocemente ed espandendosi nel resto della cucina, produce vibrazioni e quindi un sottile fischio.

Ma poiché l'acqua continua a bollire, il vapore si incanala nel beccuccio a velocità sempre maggiori e quando la velocità oltrepassa una certa soglia, in esso si formano piccoli vortici che irradiano le onde sonore e amplificano la vibrazione originale.

Il nuovo modello sarebbe così accurato da consentire, dicono gli scienziati, di predire come sarà l'acustica di qualunque teiera di cui si conoscano la forma e le dimensioni. Così i fisici di tutto il mondo potranno sorseggiare un tè senza che il dilemma del fischio li torturi.

Ti potrebbero interessare anche:

Perché è meglio non bere il tè col latte?
L'ora migliore per bere il caffè? Te lo dice la scienza
La fisica delle bolle di sapone

26 novembre 2013 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us