Scienze

La DARPA è la maggiore finanziatrice delle tecniche di gene drive

L'agenzia del Dipartimento della Difesa USA avrebbe investito 100 milioni di dollari nelle tecniche per l'estinzione genetica, finora studiate per eradicare i parassiti. Crescono i timori per le possibili applicazioni militari, e per le conseguenze ecologiche all'esterno dei laboratori.

La DARPA, l'agenzia che per il Dipartimento della Difesa americana si occupa dello sviluppo di tecnologie militari, avrebbe investito 100 milioni di dollari (84 milioni di euro circa) nella ricerca sulle tecnologie di gene drive, che permettono di indurre il declino di una specie dannosa agendo direttamente sui suoi geni. Sarebbe insomma il primo finanziatore al mondo di queste tecniche: lo rivelano alcuni documenti ottenuti dalla ONG Etc Group e visionati dal Guardian, che riporta la notizia.

Nelle mani di pochi. Anche se i gene drive (drive genetici), che permettono di estendere alterazioni genetiche a un'intera specie nel giro di poche generazioni, sono al momento quasi esclusivamente usati per provare a eradicare parassiti dannosi, come le zanzare che veicolano la malaria, il massiccio investimento di un'agenzia militare in questo settore preoccupa a livello internazionale.

Derive incontrollabili. I timori si concentrano sul fronte di una possibile deriva militare delle tecniche, e sul fatto che le ricadute a livello ambientale di una eventuale "perdita di controllo" di queste tecnologie non sono ancora note. Ciò che rende controverso questo campo di studi è infatti il timore che le mutazioni si diffondano in modo incontrollato, anche a discapito di altre specie.

Tema caldo. Della questione si discuterà nella riunione della Convenzione per la diversità biologica in programma per oggi a Montreal (Canada). Sono forti le pressioni per imporre una moratoria sulla ricerca in questo campo per il prossimo anno, in attesa di conoscere meglio le conseguenze a catena di tecniche di questo tipo (facilitate dall'enorme sviluppo delle "forbici molecolari" come la CRISPR). L'ipotesi dell'utilizzo di queste tecnologie come armi biologiche non è al momento sul tavolo, ma la notizia degli ingenti investimenti alimenta le tensioni.

A che cosa servono. I drive genetici consentono di far passare una specifica mutazione genetica - per esempio, quella che rende le zanzare inattaccabili dal plasmodio della malaria - alla quasi totalità delle generazioni successive e non solo al 50% della prole, come accadrebbe in natura. Ma se l'intento è nobile, poco ancora si sa sugli effetti che una simile mutazione potrebbe avere una volta introdotta in natura - si interviene comunque per alterare un ciclo biologico ben consolidato.

Dal canto suo la DARPA afferma che la stima riguarda anche ricerche correlate, e che le sue priorità rimangono di difesa: queste tecnologie sarebbero troppo pericolose, se finissero nelle mani sbagliate.

5 dicembre 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us