Scienze

Creata in laboratorio una blatta cyborg che si guida col joystick. Per farne cosa?

Realizzato in Giappone una blatta cyborg, alimentata a energia solare, che può essere controllata con un joystick. Le applicazioni possibili sono diverse, le implicazioni etiche forse di più.

La blatta fischiante del Madagascar (Gromphadormina portentosa) è già di per sé un animaletto piuttosto inquietante: è uno scarafaggione endemico nell'omonima isola lungo fino a 8 centimetri, che deve il suo nome alla capacità di far passare l'aria nei fori che ha sul dorso per emettere un suono simile a quello del serpente a sonagli.

Ebbene, un team di ricercatori del Riken Thin Film Device Laboratory di Tokyo ha trasformato questo insetto in un vero e proprio cyborg, metà animale e metà robot, controllabile da remoto, come si vede nel video che segue:

Scarafaggio o robot? Gli scienziati hanno collegato un chip ai cerci della blatta, piccole appendici esterne che ospitano i recettori sensoriali grazie ai quali l'insetto si orienta nello spazio. Il chip, controllato da remoto con un telecomando, invia dei segnali elettrici al sistema nervoso dell'insetto guidandone così il movimento.
Basta insomma agire su un joystick per controllare la blatta come fosse un'automobilina telecomandata.

Il chip è alimentato da un minuscolo pannello fotovoltaico, che evita all'insetto di dover trasportare pesanti e ingombranti batterie.

Secondo i ricercatori l'insetto cyborg potrà essere utilizzato per esplorare zone difficilmente raggiungibili dall'uomo o dai normali robot, come le macerie di un terremoto o le aree contaminate da radiazioni.

Il fatto che l'animale sia ancora vivo suscita non pochi dubbi di natura etica. La tecnologia giapponese non è comunque una novità assoluta: qualche anno fa un team di ricercatori texani aveva tentato già di sviluppare una tecnologia simile, anche se con risultati meno interessanti.

Blatta 2.0 Nel test effettuato in Giappone le blatte, dopo essere state equipaggiate con tutta la tecnologia necessaria, sono sopravvissute per circa un mese. Prossimo obiettivo degli scienziati è quello di montare sugli insetti cyborg telecamere e sensori per effettuare i primi test sul campo.

15 novembre 2022 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us