Ieri 5 novembre, l'incredibile spettacolo dell'aurora boreale vista in Italia. Ecco cosa favorisce il fenomeno (e come sapere se potrà accadere di nuovo).

I social network, lo avrete visto, sono invasi di fotografie che mostrano il cielo catturato in molte località italiane nella serata di domenica 5 novembre con colori a dir poco incredibili. Il raro fenomeno dell'aurora boreale è stato visibile fino in Italia. Cosa è accaduto?

Quali sono le condizioni che favoriscono l'aurora boreale

L'aurora boreale è il prodotto dell'interazione tra particelle emesse dal Sole e i gas (ossigeno e azoto in particolare) presenti nell'atmosfera terrestre. Questa attività di emissione non è costante nel tempo, ma è legata a un andamento ciclico che fa sì che la nostra stella abbia un massimo della sua attività ogni circa 11 anni: uno dei motivi che ha favorito i fenomeni di questi giorni è il fatto che ci troviamo proprio in prossimità di un massimo solare, cioè c'è un notevole flusso di particelle e dunque si presentano le condizioni per le aurore. 

Perché l'aurora boreale si è vista in Italia

Di solito i fenomeni di interazione che producono quello spettacolo di colori che tanto ci affascina si creano a un'altezza tra 100 e 200 km dalla superficie della Terra. Questa volta sembra che la quota sia stata molto più alta, attorno ai 400 km e questo ha fatto sì che il fenomeno fosse visibile anche a latitudini dove, solitamente, è impensabile che si possa godere di questo spettacolo: sui social girano scatti pazzeschi catturati in tutta Europa, e in particolare in Italia, in Toscana, Abruzzo, Puglia ecc.

Perché l'aurora boreale è stata rossa e non verde?

Nelle foto delle "solite" aurore boreali che vediamo in genere sul web, il colore predominante è il verde, mentre l'aurora boreale vista nella serata del 5 novembre aveva una tonalità tendente al rosso. Da cosa dipende? I colori che caratterizzano il fenomeno dipendono (tra i vari fattori) dall'energia delle particelle che colpiscono l'atmosfera, ma anche da quali gas si trovano in quest'atmosfera stessa: in particolare, la presenza di ossigeno atomico (come accade alle quote che hanno riguardato i fenomeni di questi giorni) favorisce una colorazione rossa anziché verde.

Come facciamo a sapere quando ci sarà una nuova aurora boreale in Italia?

Per i più curiosi, l'intensità delle tempesta solari si misura con un indice chiamato Kp, che può andare da 0 a 9. Fino a valori di 3 o 4, non si ha alcun fenomeno visibile dalle nostre parti (mentre è già sufficiente per le alte latitudini). La tempesta che ha prodotto l'aurora boreale della serata del 5 novembre 2023, per avere un'idea, aveva un indice Kp tra 6 e 7.

Come fare per non farsi prendere alla sprovvista nel caso in cui si dovessero creare nuovamente le condizioni per ammirare l'aurora boreale in Italia? È necessario consultare uno dei servizi che forniscono le previsioni del "meteo solare", come questo per esempio, che mostra le previsioni del valore di Kp nel mese.

Attenzione: non aspettatevi di vedere a occhio nudo gli effetti che ammirate nelle fotografie, perché quest'ultime, anche le più "genuine" e non ritoccate al computer, godono di un tempo di esposizione maggiore rispetto a quello dell'occhio umano e dunque gli effetti sono tutti un po' amplificati.

6 novembre 2023 Roberto Graziosi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us