Scienze

L'embrione uomo-bovino

Gli scienziati vogliono creare un embrione, in parte uomo e in parte bovino, per studiare lo sviluppo di alcune malattie degenerative come il morbo di Parkinson.

L'embrione uomo-bovino
Gli scienziati vogliono creare un embrione, in parte uomo e in parte bovino, per studiare lo sviluppo di alcune malattie degenerative, come il morbo di Parkinson.

Uno spermatozoo al microscopio.

Mezzo uomo e mezzo bovino? Non proprio. L’embrione che alcuni scienziati del Newcastle University e del Kings College di Londra, hanno in programma di creare, sarà al 99,9 per cento umano.

Tempo di ricerca
In realtà l’embrione di uomo bovino, più uomo che bovino, non avrà comunque la possibilità di svilupparsi, poiché non è previsto che sopravviva per più di cinque giorni. Giusto il tempo di dare agli scienziati la possibilità di fare ricerca sulle cellule staminali.
Il nuovo programma di ricerca, che ha suscitato numerose polemiche e dubbi di carattere etico e morale oltre che preoccupazione, servirà secondo i suoi promotori a capire meglio lo sviluppo di alcune malattie, attualmente considerate incurabili, come il morbo di Parkinson.

Una mucca senza geni
La pratica sembra un po’ da film di fantascienza: i ricercatori vogliono inserire il DNA umano in ovuli di mucca, da cui è stato rimosso tutto il materiale genetico. Usando ovuli bovini si risparmia, infatti, su quelli umani che sono molto complessi da ottenere (le donne di solito si devono sottoporre a un’operazione chirurgica). Questo permetterà agli scienziati, secondo i loro calcoli, di avere un embrione che è umano al 99,9 per cento.

Sarà solo una chimera?
L’embrione rientra nella categoria delle cosiddette “chimere”, ossia creature che contengono geneticamente due differenti gruppi di cellule, originati da due organismi diversi.
Ma lontani dall’idea di creare fenomeni da baraccone, mezzi uomini e mezzi animali, gli scienziati credono che lo studio di questi incroci genetici possa servire a trovare la cura per numerose malattie, come l’infertilità, le malattie degenerative e a capire meglio la biologia umana.

(Notizia aggiornata al 7 novembre 2006)

7 novembre 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us