Scienze

iPhone e iPad in pericolo dopo il jailbreak

Jailbreak: niente pdf per iPhone.

Da quando rimuovere la protezione imposta da Apple sui suoi gioiellini è un’operazione legale, tutti aspettavano con ansia di provare JailbreakMe. Funziona, ma purtroppo nel frattempo è stata scoperta una pericolosa falla di sicurezza nella visualizzazione dei pdf.

“La falla permette l’esecuzione automatica del codice contenuto in un pdf”

Legale e pericoloso – A poche ore dal rilascio di JailbreakMe 2.0, l’applicazione (finalmente legale) che permette di rimuovere la protezione Apple dall’iPhone e dall’iPad semplicemente navigando in Safari, ecco che arrivano i primi problemi… e anche molto seri. Già ieri alcuni utenti, dopo il jailbreak, lamentavano dei malfunzionamenti legati all’invio degli mms e all’applicazione FaceTime per la videochat, ma il bug scoperto in queste ore è potenzialmente più pericoloso e riguarda la visualizzazione dei documenti pdf sui gioiellini Apple.

Pdf assassino – Una falla nella sicurezza, infatti, permette di eseguire automaticamente un codice contenuto in un file pdf. Lo apri e patatrac… perdi il controllo su quello che succede al tuo iPhone e iPad senza neanche accorgertene. Nessun problema con i pdf “nornali”, ma se qualche malintenzionato decide di sfruttare questa “falla” per far eseguire un codice maligno, magari per forzare l'esecuzione di un malware, allora sarebbero guai seri perché le tue informazioni personali, e chissà cos’altro, sarebbero alla mercé di hacker senza scrupoli.

Che fare? - Purtroppo non è stata ancora trovata una soluzione al problema. Al momento l’unica scappatoia è evitare di aprire file pdf finché Apple non troverà il modo di metterci una “pezza”. Esiste tuttavia un’applicazione della scuderia Cydia che avvisa l’utente quando Safari tenta di scaricare un pdf.

iPhone. Guarda la gallery!

4 agosto 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us