Scienze

iPhone apps: una ti dice quanto sei brutto, l’altra becca gli autovelox

iPhone apps: di tutto di più...

Pensi di essere bello? Allora non avrai nessuna difficoltà a sottoporti al giudizio di Ugly Meter. Se invece il tuo terrore sono gli autovelox, iRadar Detector è in grado di scovarli con un apposito rilevatore laser con la complicità del melafonino.

“Se qualcuno ti regala Ugly Meter è un modo gentile per dirti che sei brutto”

Ugly Meter – Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace. Vallo a dire a questa applicazione per iPhone! Ti scatta una foto, le fa una “bella” scansione, la analizza in base a dei criteri estetici generali e ti spiattella lì quanto sei brutto in un range da 1 a 10. Quindi, se qualcuno ti regala questo programmino, è un modo gentile per dirti che il tuo aspetta lascia molto a desiderare. Tu puoi sempre ricambiare la gentilezza: Ugly Meter per iPhone e iPod touch (iOS 3.0 o successivo) costa 0,79 euro.

iRadar Detector - iRadar Detector, invece, annusa la presenza di raggi laser puntati verso tua auto, in altre parole ti avverte se nei paraggi ci sono degli autovelox, anche quelli astutamente posizionati sui semafori. Non si tratta però di una delle tante applicazioni per iPhone con la mappa dei rilevatori di velocità aggiornata dagli utenti o aziende che producono navigatori satellitari, l’applicazione iRadar Detector funziona in combinazione con un detector che colleghi al melafonino. Corbra, il produttore di iRadar Detector, non te lo vende esplicitamente come antidoto per gli autovelox, ma è sicuramente una delle funzione in cui se la cava meglio… iRadar Detector per iPhone/iPod Touch costa 169,95 dollari.

Guarda il video!

Apps per Android. Guarda la gallery!

15 ottobre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us