Scienze

iPad, Kindle o libri tradizionali… Chi vince?

Sfida tra iPad, Kindle e i libri tradizionali.

Uno studio realizzato da Nielsen Norman Group condotto su 24 lettori, quindi non un campione super rappresentativo, rileva che leggere un libro su iPad è meglio che su Kindle di Amazon, ma nessuno dei due batte un vecchio libro cartaceo tradizionale.

“I libri elettronici vengono letti più lentamente rispetto alla carta”

Carta canta - Lo studio di Jakob Nielsen del Nielsen Norman Group ha studiato un test di lettura su iPad, Kindle, libri tradizionali, su 32 persone, analizzando poi i dati forniti da 24 dei partecipanti. È emerso che il “piccolo” gruppo legge, in media, 6,2 per cento più lentamente sugli e-book rispetto alla corrispettiva versione stampata, e addirittura 10,7 per cento più lentamente su Kindle 2. Si tratta ovviamente di un test su un campione sicuramente non rappresentativo che però secondo Nielsen sottolinea che il tablet non hanno ancora superato i veri libri.

iPad vs Kindle - iPad risulta più usabile di Kindle non solo per la qualità dei font ma anche perché è più semplice individuare i segnalibri. In termini di soddisfazione, però, il test ha rivelato che leggere sul tablet di Apple risulta più soddisfacente con un punteggio medio di 5.8 su 7 punti rispetto al Kindle (5.7) e allo stesso libro cartaceo (5.6) che però ha totalizzato un indice di gradimento sicuramente migliore del PC, fanalino di coda con media di 3,6 punti su 7.

Scopri gli anti-iPad

6 luglio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us