Scienze

Intel mette il turbo ai processori

Ecco i processori di ultima generazione.

Dalla conferenza Intel che si tiene in questi giorni in USA, arrivano le prime indiscrezioni suoi nuovi processori Sandy Bridge: un turbo boost per aumentare le prestazioni nelle applicazioni grafiche più evolute.

“Il nuovo processore Sandy Bridge di Intel incrementa le prestazioni grafiche dei PC”

Super Turbo – Il nuovo microprocessore contiene quello che si può definire un "super turbo boost", che ne accellera le performance. Nell’ultima generazione di CPU di Intel, il turbo boost si fermava al limite termico del chip, ora la nuova architettura Sandy Bridge si spinge oltre. Questa nuova caratteristica del chip è stata chiamata Turbo 2.0 e, durante la conferenza stampa di lunedì scorso, uno degli ingegneri senior di Intel, Opher Kahn, ha affermato che il Turbo 2.0 è in grado di spingere il limite del processore oltre il “thermal design power (TDP)” che è tradizionalmente conosciuto come il massimo fisico dopo il quale un micropocessore non può operare. Le nuove CPU basate su Sandy Bridge saranno disponibili all’inizio del prossimo anno.

Cosa vuol dire – Per i comuni mortali ciò equivale ad altissime prestazioni, soprattutto in materia di grafica: i nuovi processori di Intel saranno dunque in grado di gestire facilmente video in HD, filmati ad alta definizione, grafiche e videogiochi in tre dimensioni. La disponibilità di portatili e desktop che includeranno questa seconda generazione di processori Intel è annunciata all’inzio del 2011. Mentre, come ha affermato l'amministratore delegato Paul Otellini, Intel sta già costruendo chip ancora più evoluti, che potrebbero debuttare nella seconda metà del prossimo anno, con il nome in codice di “Ivy Bridge”, un’evoluzione di Sandy.

Acer Aspire One. Guarda la gallery!

14 settembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us